/ Cronaca

Cronaca | 18 giugno 2021, 16:52

Il rilancio di Monesi si ferma al mancato accordo con il privato, Abbo "Senza, rischiamo di non farcela"

"Qualsiasi tipo di accordo con il soggetto privato proprietario delle aree - indispensabile per procedere nella giusta direzione - è stato sinora impossibile".

Il rilancio di Monesi si ferma al mancato accordo con il privato, Abbo "Senza, rischiamo di non farcela"

"Qualsiasi tipo di accordo con il soggetto privato proprietario delle aree - indispensabile per procedere nella giusta direzione - è stato sinora impossibile". 

Questo in sintesi il quadro tracciato da Domenico Abbo, presidente della Provincia di Imperia, in merito al piano di rilancio del comprensorio di Monesi. Da parte dei diversi enti coinvolti, viene confermato l'impegno su un percorso fatto di sinergie e collaborazione, salvo poi interrompersi davanti al mancato accordo con il privato. 

Non trova pace l'area sciistica delle Alpi liguri, da tempo al centro di discussioni e prese di posizione nate in particolare dopo i danni provocati dalle ultime alluvioni. "Il gruppo istituzionale, di cui facciamo parte assieme alla Regione e ai Comuni della zona, dal 2019 lavora alacremente per garantire la fruibilità del comprensorio in ogni periodo dell'anno. - rimarca Abbo -  L'indisponibilità di una parte all'esecuzione dei più elementari e necessari interventi di manutenzione sia delle attrezzature della seggiovia sia delle aree in questione, sta rendendo difficile ogni iniziativa per sbloccare una situazione di stallo che dura da troppo tempo". 

"Il nodo principale resta quello della necessaria disponibilità pubblica dei terreni: senza un'adeguata collaborazione della parte privata, i danni subiti da un patrimonio che ha un indubbio valore economico-turistico non potranno essere riparati. - aggiunge Abbo - Inoltre il proprietario privato dei terreni ha dichiarato di essere disposto a cedere le aree solo per la stagione invernale".

"Non è quello che vogliamo: puntiamo a un rilancio del comprensorio durante tutto l'anno. Ci stiamo adoperando per valorizzare Monesi e dintorni attraverso la messa in sicurezza e la manutenzione delle strade ex-militari che fanno da corollario al comprensorio e che ben si coniugano con la riapertura della Monesi-Limone. Ma senza un accordo che prevede interventi, investimenti e la fruibilità pubblica dei terreni in questione, il ripristino della viabilità avrebbe una valenza limitata" - conclude con amarezza il presidente.    

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium