/ Solidarietà

Solidarietà | 28 giugno 2021, 07:11

Imperia, aiutare gli altri attraverso l'agricoltura solidale, la 'Brigata Girasole' avvia il progetto degli orti collettivi: "Vogliamo produrre cibo, ma anche bellezza" (foto)

Da anni gli enti che la compongono sono attivi nel sostegno alimentare a molti cittadini in difficoltà. Ora hanno deciso di coltivare la terra per donare direttamente i prodotti: si può contribuire attraverso fondi, ma anche con il proprio tempo

Imperia, aiutare gli altri attraverso l'agricoltura solidale, la 'Brigata Girasole' avvia il progetto degli orti collettivi: "Vogliamo produrre cibo, ma anche bellezza" (foto)

“Vogliamo produrre cibo, ma anche bellezza, per noi e per tutti”: è con questo spirito che la 'Brigata Girasole' ha avviato il progetto degli orti collettivi. Il collettivo, composto da una serie di associazioni imperiesi, come l'Arci, la Talpa e l'orologio, Garabombo l'invisibile, Aifo, la fondazione Marco Beltrami e altre realtà, aiuta con pacchi alimentari bisettimanali circa 200 famiglie. Un numero che è aumentato, purtroppo, in seguito alla crisi economica dovuta alla pandemia da covid-19.

Adesso il collettivo ha però, avviato un’altra importante iniziativa. “Ci è venuto in mente che, forse, spiegano i responsabili sulla propria pagina social, invece di comprarla, molta roba potevamo produrla da noi con terreni, competenze ed energie messi a disposizione da persone solidali. Quindi abbiamo cominciato, come è nostro costume, in piccolo, un passo alla volta, seguendo i tempi e i ritmi della Pachamama, della Madre Terra”.

Un piccolo passo che, però ha già visto crescere, nei due piccoli campi, 250 piante di pomodoro, 20 di zucchine trombette e poi peperoni, porri, meloni, angurie, patate. “Abbiamo scelto varietà antiche, sottolinenano, perché vogliamo cogliere l'occasione di assaggiare e fare assaggiare di nuovo sapori dimenticati, coltiviamo tutto in maniera biologica e naturale. Chi passa un paio d'ore nel campo incontra spesso cinghiali e caprioli”.

Un’ondata di solidarietà che fortunatamente non si arresta e verso la quale l’aiuto può essere svolto in diversi modi. “Chi volesse donare un po' del suo tempo può telefonare a Vittorio 3518507886,scrive la Brigata ‘Girasole’, chi vuole contribuire per le spese (poche, ma ci sono) può inviare un contributo all'Iban IT76Y0501801400000011896108 intestato a 'Associazione Garabombo L'Invisibile' con la causale 'orti collettivi'".

Il primo raccolto, che andrà a integrare le distribuzioni del lunedì alla Casa del Popolo e al Teatro dell'Attrito, è previsto per metà luglio. L’appello della ‘Brigata Girasole’ poi, è sempre rivolto al sostegno degli altri: se siete o conoscete qualcuno in difficoltà mandateci un messaggio, vi aiuteremo. Se siete una azienda che può donare, contattateci. Per ogni informazione si può visitare la pagina Facebook e trovare tutti i contatti sia per chiedere aiuto, ma soprattutto per supportare gli altri e il collettivo.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium