/ Politica

Politica | 21 luglio 2021, 13:33

Dopo l'assemblea Provinciale del Partito Democratico, il gruppo ‘Cambiare per ricostruire’ di discosta

"Per noi vale quello che abbiamo ribadito con forza durante i lavori dell’Assemblea: la nostra sarà un’opposizione costruttiva, il nostro ruolo sarà quello di vigilare sull’attività del partito e saremo promotori di iniziative di confronto e dibattito"

Lucio D'Aloisio

Lucio D'Aloisio

Si sono appena svolte, nella sala del cinema ‘Centrale’ di Imperia, i lavori dell’Assemblea Provinciale del Partito Democratico.

“Si è trattato dell’ultimo appuntamento di un congresso che si è rivelato molto energico e partecipato, il cui confronto dentro e fuori dai circoli è stato franco e schietto”. Ad intervenire è il gruppo ‘Cambiare per ricostruire’ di Imperia che spiega: “Alla fine di questo percorso i sentimenti che animano il nostro gruppo, ossia la lista ‘Cambiare per ricostruire’, la quale ha sostenuto la candidatura di Lucio D’Aloisio a segretario provinciale, non possono che essere molteplici. Se da una parte ci rallegra questa rinnovata dialettica interna al partito, di cui ci sentiamo – senza falsa modestia – artefici e protagonisti, dall’altra parte ci rattrista non poco la mancata intesa sul Presidente provinciale del partito, un ruolo di garanzia il quale auspicavamo fosse ricoperto da un esponente delle forze di minoranza, come da consuetudine, e nello specifico da una donna. L’auspicio era di un confronto anche su questo punto, così non è stato. Vogliamo credere che sia stato solo un inciampo – e speriamo anche l’ultimo – della mozione di maggioranza”.

“Detto ciò, vale per noi quello che abbiamo ribadito con forza ieri durante i lavori dell’Assemblea: la nostra sarà un’opposizione costruttiva, il nostro ruolo sarà quello di vigilare sull’attività del partito e  saremo promotori di iniziative di confronto e dibattito. Lavoreremo affinché i principi che abbiamo portato avanti insieme ai tanti iscritti che hanno dimostrato di avere voglia di respirare aria nuova, nel segno della discontinuità rispetto alla fase politica che ha vissuto la nostra comunità sino ad oggi, siano prioritari nella futura agenda politica del partito; ci riferiamo ad esempio alla lotta alla disparità di genere, alla centralità delle politiche giovanili e ad una rinnovata attenzione al binomio formazione – lavoro. Dobbiamo tornare a dare voce a chi voce non ha, a fianco delle categorie deboli. D’altronde, riteniamo che un partito che si professa essere di sinistra e riformista non possa che avere queste priorità”.

“Crediamo fermamente in questa posizione poiché sono stati i tanti iscritti e militanti che abbiamo incontrato in questa campagna  congressuale a indicarci le urgenze e le priorità per il presente e il futuro della nostra comunità. Il neo eletto segretario provinciale, al quale facciamo i nostri auguri di un buon lavoro, avrà anche la responsabilità e il compito di non tradire le aspettative dei tanti iscritti che hanno votato Lucio D’Aloisio e sostenuto il nostro progetto ‘Cambiare per Ricostruire’. Dovrà inoltre conquistare la nostra fiducia con azioni e le scelte politiche coerenti con un partito di sinistra e riformista”. 

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium