/ Solidarietà

Solidarietà | 28 agosto 2021, 11:24

Associazione di amicizia Italia-Cuba: arriva anche da Imperia il materiale donato per fronteggiare il Covid-19 (foto)

Medicinali, materiali e attrezzature sanitarie sono stati inviati nell'isola caraibica: nella lista dei donatori anche i circoli di Ceriale e del capoluogo

Associazione di amicizia Italia-Cuba: arriva anche da Imperia il materiale donato per fronteggiare il Covid-19 (foto)

È giunto a Cuba il il contributo di solidarietà inviato dall'Italia, di circa 200 metri cubi in medicinali, materiali e attrezzature mediche per fronteggiare l'emergenza Covid-19 di un Paese sottoposto ad embargo e sanzioni da parte degli Stati Uniti. Il carico include ventilatori polmonari, farmaci, antibiotici ospedalieri, forniture sanitarie e test di rilevamento rapido per il coronavirus SARS Cov-2, donati da organizzazioni e singoli individui e provenienti da Italia, Spagna e Francia e cubani residenti in quei Paesi.

Tra i donatori anche i circoli di Ceriale e Imperia dell'Associazione di amicizia Italia-Cuba, che hanno raccolto circa 3 metri cubi di materiale. "Ringraziamo chi ci ha aiutato - avevano dichiarato alla partenza del materiale dai circoli cerialese e imperiese - Noi lo inviamo anche come ringraziamento per i medici cubani venuti in Italia. Come associazioni chiediamo la fine dell'embargo e proponiamo la brigata medica cubana Henry Reeve come premio Nobel per la pace".

"Questa raccolta la dedichiamo alla memoria di Lester Cabrera Chavez e Graciliano Diaz Bartolo, due medici purtroppo deceduti mentre erano impegnati a curare le persone colpite dalla pandemia: sono caduti per aiutare gli altri" avevano poi aggiunto da Ceriale e Imperia.

Miguel Mario Díaz-Canel Bermúdez e Bruno Rodríguez, rispettivamente Presidente e Ministro degli Affari Esteri di Cuba, hanno ringraziato pubblicamente per l'importante donazione. All'arrivo dell'aereo all'aeroporto internazionale José Martí dell'Avana, il presidente dell'Agenzia per gli Scambi Culturali ed Economici con Cuba (AICEC), Michele Curto, ha invece affermato che la raccolta è stata possibile grazie alla risposta immediata alla campagna #PoniéndoleCorazónACuba.

Curto ha inoltre ricordato che in tre settimane sono stati raccolti quasi un milione e mezzo di euro per l'acquisto di medicinali, forniture e attrezzature destinate ad aiutare il popolo cubano: "Uno sforzo - ha detto - che proseguirà finché sarà necessario".

L'iniziativa è nata dalla collaborazione tra la Centrale dei Lavoratori Cubani (CTC), il Coordinatore Nazionale dei Cubani Residenti in Italia (Conaci) e la Confederazione Generale Italiana del Lavoro (CGIL), tra le tante organizzazioni. Secondo la lettera inviata dal segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, al rappresentante del Ctc, Ulises Guilarte, la Confederazione Generale Italiana del Lavoro ha raccolto in tre settimane circa 280.000 euro (330.000 dollari) per acquistare le donazioni.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium