/ Attualità

Attualità | 30 agosto 2021, 07:11

Bilancio positivo per 'Buon(i) Viaggio Imperia', l'assessore Volpe: "In tanti stanno usando questo servizio di mobilità alternativa che sostiene i più deboli, le donne e i lavoratori"

Secondo quanto stimato dal Comune sono circa 40 le persone che abitualmente usufruiscono dei taxi o del noleggio auto con conducente che poi verrà parzialmente rimborsato dall'ente: tanti anche i trasporti con le pubbliche assistenze

Bilancio positivo per 'Buon(i) Viaggio Imperia', l'assessore Volpe: "In tanti stanno usando questo servizio di mobilità alternativa che sostiene i più deboli, le donne e i lavoratori"

“Il servizio sta andando bene e in queste settimane circa 40 persone lo hanno utilizzato. Dati soddisfacenti per un attività che sicuramente può essere definita di pubblica utilità”. Questo il commento dell’assessore ai servizi sociali del comune di Imperia, Luca Volpe, in merito a  “Buon(i) Viaggio Imperia”: il progetto varato nel luglio scorso che permette a specifiche categorie di utenti di ottenere voucher per il servizio di trasporto a mezzo taxi, con noleggio auto con conducente o a mezzo di pubbliche assistenze.

“In tanti stanno usufruendo dell’iniziativa e questo ci fa piacere, vuol dire che - chiosa Volpe- abbiamo soddisfatto i bisogni di una determinata fascia d’utenza come gli anziani, le persone che necessitano di cure, gli anziani, ma anche i lavoratori. Inoltre, con il coinvolgimento delle pubbliche assistenze concretamente si aiutano tante persone a recarsi in ospedale, dal medico o comunque ad effettuare visite. Parallelamente c’è chi per esempio lavora di notte e quindi per necessità, perché magari non dispone di un mezzo proprio, si rivolge ai taxi ricevendo quindi un’opportunità grande per spostarsi. Infine, conclude Volpe, giova ricordare che si può andare anche fuori comune e quindi ciò rappresenta un tipo di mobilità alternativa che contiamo di ripetere anche in futuro”.

Il servizio quindi è attivo per le persone che hanno necessità di recarsi presso punti di vaccinazione, per chi deve andare presso le strutture socio-sanitarie pubbliche e-o private e anche fuori Comune, i titolare del  “tagliando blu” per disabili, i possessori di certificazione di disabilità accertata. Ma è rivoto anche ai genitori di minorenni con disabilità (anche autistica) in età scolare e certificata da una struttura pubblica, medici, infermieri ed operatori socio-sanitari operanti in strutture ospedaliere pubbliche e- convenzionate e-o socio-sanitarie site sul territorio del Comune di Imperia unicamente per il tragitto casa-lavoro o viceversa.

I ‘“Buon(i) Viaggio Imperia” possono essere richiesti anche da donne residenti nel comune di Imperia per gli spostamenti compresi tra le ore 21 e le 6 del mattino, dalle persone con difficoltà di mobilità, dalle donne in gravidanza, over 65, persone affette da patologie dimostrabili e cittadini che si trovano in una situazione di fragilità economica derivante dall’emergenza sanitaria da coronavirus”.

I buoni sono utilizzabili nella misura pari al 50% dell’ammontare del percorso per una somma non superiore a 20,00 Euro; possono essere utilizzati per pagare gli spostamenti effettuati con taxi o con ncc o con pubbliche assistenze, appositamente convenzionati con l’amministrazione anche, relativamente ai primi due, attraverso le proprie associazioni di categoria; il valore complessivo, però non dove essere superiore a 300 euro.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium