/ Attualità

Attualità | 20 settembre 2021, 10:09

Pieve di Teco: inaugurati sabato scorso i nuovi locali Acli della Valle Arroscia per una presenza più operativa

Sarà ancora più facile far sentire una presenza di vicinanza alla gente per le necessità in campo previdenziale e assistenziale, nonché fiscale

Pieve di Teco: inaugurati sabato scorso i nuovi locali Acli della Valle Arroscia per una presenza più operativa

Si è svolta sabato scorso l’inaugurazione dei nuovi locali del circolo Acli di Pieve di Teco e della Valle Arroscia. Alla presenza delle autorità  civili e dei carabinieri, dopo la benedizione da parte del Parroco don Sandro Decanis, che ha ricordato la sua vicinanza alle Acli da molti anni, la presidente Josiane Carlon ha portato il saluto ai presenti ricordando come il Circolo intenda avere una maggiore presenza concreta e operativa all’interno della realtà sociale, come è stato recentemente con un corso di italiano per immigrati.

Per questo ha ringraziato, tra gli altri, gli insegnanti che hanno prestato la loro opera gratuitamente: Gianni Allegro, Antonietta De Negri, Giovanna Savona. Le Acli intendono continuare una presenza che è stata ricordata dagli altri interventi. Sono presenti infatti in Vallata dagli anni cinquanta, da poco dopo la fondazione del movimento. Molte sono state le persone ricordate, da Guido Evenzo a Francesco Calmarini, e poi i numerosi volontari  degli oltre venti circoli presenti in allora nella Valle: Luigi Bonfiglio di Ranzo, Attilio Donati di Borghetto d’Arroscia, Romolo Brunengo di Trovasta, Giacomo Cavalleri di Perinetti, Rino Moraglia di Ubaga, Giocondo Caregnato di Pieve di Teco; ma anche i sacerdoti impegnati come segretariato sociale: don Vittorino, don Ramone e don Enrico Casa.

Sono stati ricordati coloro che negli anni ‘80 hanno ridato slancio ad una azione sociale importante: feste per i bambini, feste della valle, iniziative nel campo della cooperazione, di associazione, difesa dell’agricoltura, convegni sulle problematiche locali, dal piano di sviluppo socioeconomico dell'allora comunità montana, a interventi per il mantenimento di scuole, alla formazione dei giovani con corsi residenziali.

Tra questi: Piero Claveri, Danilo Rovere, Ornella Moraglia, Laura De Andreis, Antonella Rosso, Sandra Anfosso, Lorenza Gazzelli, Maria Pia Tadorni, Gianni Allegro, Livio Bellando, Pino Raimondo, Beniamino Bellando e Giacomo Rosso sono alcuni degli attivisti, alcuni presenti.

E’ stato ricordato come, con i locali situati al centro di Pieve, facilmente accessibili a tutti, sarà ancora più facile far sentire una presenza di vicinanza alla gente per le necessità in campo previdenziale e assistenziale, nonché fiscale, e che le Acli ci saranno sempre, fino a che ci saranno dei volontari, sul nostro territorio per animare iniziative nel campo sociale.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium