/ Politica

Politica | 08 ottobre 2021, 10:40

Imperia, iniziato il vertice a Palazzo civico: i collegamenti tra Liguria e Piemonte al centro dei colloqui con il ministro Mara Carfagna (foto)

Presenti i governatori Toti e Cirio con il sindaco Scajola e il presidente della provincia di Savona, Olivieri. Al centro dei colloqui le infrastrutture tra le due regioni con focus su quelli tra il cuneese e la Riviera

Imperia, iniziato il vertice a Palazzo civico: i collegamenti tra Liguria e Piemonte al centro dei colloqui con il ministro Mara Carfagna (foto)

Iniziato a Imperia il summit sul tema dei rapporti tra Liguria e Piemonte. Nella sala consiliare di Palazzo civico si incontrano, su input del sindaco Claudio Scajola, il ministro per la Coesione territoriale Mara Carfagna, i presidenti regionali Giovanni Toti e Alberto Cirio nonchè il Commissario Straordinario per il raddoppio ferroviario Andora-Finale Ligure, l'Ingegnere Vincenzo Macello, il Commissario Straordinario del Colle di Tenda, l'Ingegnere Nicola Prisco, la responsabile di struttura ANAS Liguria, Ingegnere Barbara Di Franco, e il presidente della Provincia di Savona, Pierangelo Olivieri.

Al centro dei colloqui ci saranno, in particolare, i collegamenti infrastrutturali tra Liguria e Piemonte, con focus su quelli tra il cuneese e la provincia di Imperia.   

In particolare della Albenga-Carcare-Predosa, alternativa necessaria all’A10 spesso intasata durante i mesi estivi, del tunnel Armo - Cantarana, della variante del Colle di Nava, ma anche del raddoppio ferroviario Genova-Ventimiglia  e del Colle di Tenda, la cui riapertura è prevista nel 2024.

Sono presenti anche il vicepresidente di Regione Liguria Alessandro Piana, l’assessore alle Infrastrutture di Regione Liguria Giacomo Giampedrone e l’assessore al Demanio di Regione Liguria Marco Scajola. Al vertice anche i presidente della Provincia di Imperia, Domenico Abbo, amministratori del Comune di Imperia, il neo sindaco di Diano Marina, Cristiano Za Garibaldi e i massimi rappresentanti delle forze dell'ordine della provincia.

"Ringrazio Mara Carfagna ministro per il Sud e la Coesione territoriale, ha detto in apertura del vertice il sindaco Scajola, che è venuta a Imperia a onorare la nostra città, ringrazio i due presidenti delle Regioni Giovanni Toti e Alberto Cirio, abbiamo formulato questo incontro con l’obiettivo di fare il punto in modo veloce e snello, direi europeo, sulle infrastrutture tra Liguria e Piemonte in particolare ci concentreremo con l'ingegnere Francesco Macello per il raddoppio ferroviario Andora-Finale, sull'Albenga-Carcare Predosa,  il traforo Armo – Cantarana; con l’ ingegnere Barbara di Franco, responsabile della struttura Anas e quindi del raddoppio del Tenda, che costruito a fine 800 ha iniziato la sua opera di ammodernamento tre anni fa, rimasto incompiuto, e l’alluvione ha reso impraticabile. Oggi faremo sapere al Ministro quanto questo territorio ha bisogno di interventi".

"Credo che sia stata una buona idea organizzare questo momento di confronto per fare il punto su una serie di opere che ci stanno a cuore, ha detto invece il governatore ligure Toti. Tenere alta l’attenzione è quanto mai opportuno, come di parlare di coesione territoriale. Opere da Ventimiglia e Sarzana non sono fatte solo per i cittadini della Liguria, sono opere di sistema che riguardano la competitività del Paese. Tra Liguria e Piemonte, ha chiosato il governatore, quotidianamente ci sono 44mila transiti, d’estate 90mila. Occorre anche preservare l’ambiente stare in coda per ora a bruciare carburante non è un aiuto per la salubrità dell’aria e la qualità della vita. Abbiamo davanti 5 anni, ha concluso, tale è la durata del PNRR, è una occasione che non possiamo sprecare".

Dello stesso avviso è il governatore del Piemonte, Cirio. "Questo è il primo momento, ha sottolineato, in cui ricominciamo a riprogrammare tutti insieme. Dobbiamo muoverci con ordine, abbiamo il dovere di ragionare con pratica e lucidità. Le due regioni devono parlarsi, ma bisogna parlare anche col Governo. Le aree interne sono un tema importantissimo per la coesione territoriale. Abbiamo toccato con mano il cambiamento di metodo del Governo, facendo sentire la voce delle Regioni, come per quanto riguarda il tema delle discoteche. Liguria e Piemonte di fatti lavorano già insieme, come per la questione delle vaccinazioni reciproche durante l’estate che è stato un esempio a livello europeo, oppure coordinando il calendario scolastico, costo dell’operazione zero con ricavi enormi. A breve la Tav e Terzo valico si incontreranno nel Basso Piemonte, accanto alla Liguria. Diventeremo, ha concluso Cirio, il naturale incrocio di tutte le merci. Dobbiamo spendere bene le risorse e creare posti di lavoro, questo è il senso della giornata di oggi".

 

Carlo Alessi-Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium