/ Cronaca

Cronaca | 09 ottobre 2021, 13:15

Imperia, operazione della Guardia costiera: arrestato un marittimo per furto di gasolio e coltivazione di marijuana (foto)

Nell'indagine, coordinata dalla Procura, risulta coinvolto anche un altro uomo che è stato denunciato a piede libero. Numerose le perquisizioni effettuati all'esito delle quali sono stati trovati 500 litri di carburante e mezzo chilo di droga

Imperia, operazione della Guardia costiera: arrestato un marittimo per furto di gasolio e coltivazione di marijuana (foto)

Gli uomini della Guardia Costiera di Imperia, sotto il coordinamento del Procuratore della Repubblica di Alberto Lari e del pm Francesca Buganè Pedretti, hanno arrestato uno dei membri dell’equipaggio del battello disinquinante operativo presso il porto cittadino, in quanto colto in flagranza di reato mentre nascondeva, nel proprio veicolo di trasporto, del gasolio rubato. L'operazione è stata condotta venerdì scorso. Si tratta di un uomo di Imperia.

L'indagine, però non finisce qui. Gli uomini della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Imperia hanno effettuato molte perquisizioni simultanee e in più luoghi all'esito delle quali, è stato scoperto all’interno di un immobile, la realizzazione di un laboratorio destinato alla coltivazione di piante di marijuana.

L’attività investigativa di polizia giudiziaria è stata portata avanti per diversi mesi attraverso mirate azioni di appostamento e di pedinamento. Visti i risultati ottenuti si è reso necessario accelerare la conclusione delle indagini assicurando alla giustizia i presunti autori dei reati.

Alle prime ore dell’alba sono pertanto scattate le perquisizioni in molteplici località del circondario marittimo di Imperia che hanno interessato le abitazioni, i mezzi di trasporto, i magazzini ed alcuni manufatti sospetti che erano risultati nella disponibilità degli indagati, di cui uno non più facente parte dell’equipaggio del mezzo navale.

I militari hanno inoltre individuato più di 500 litri di carburante di tipo gasolio s.i.f. (senza imposta di fabbricazione) rubati dal battello disinquinante e ciò anche in danno alla società affidataria del servizio pubblico di disinquinamento marino aggiudicataria di apposita Convenzione con il Ministero della Transizione Ecologica.

Dalla perquisizione dell’abitazione del marittimo arrestato sono state rinvenuti oltre 500 grammi e quattro piante di marijuana nonché dispositivi finalizzati alla coltivazione. Sia il carburante che la droga sono state sequestrati. I presunti responsabili sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Imperia che ha disposto per uno gli arresti domiciliari mentre per il secondo, la denuncia a piede libero. 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium