/ Attualità

Attualità | 10 ottobre 2021, 07:11

Imperia, il Comune emana la gara d'appalto per il bar della pista di pump track: 2 milioni e 400 mila euro il valore della concessione per sei anni

Le offerte devono essere inviate entro le ore 12 di giovedì 28 ottobre. Nel capitolato anche il mantenimento e la pulizia dell’area del parco nonché dei servizi igienici. La durata del servizio è prorogabile per altri sei anni

Imperia, il Comune emana la gara d'appalto per il bar della pista di pump track: 2 milioni e 400 mila euro il valore della concessione per sei anni

Il Comune di Imperia ha bandito la gara d’appalto per la gestione del chiosco bar all’interno, del novo parco di Castelvecchio, dove si trova anche la pista di pump track. Il nuovo servizio permetterà di aumentare l’attrattiva dell’area verde realizzata vicino al viadotto della stazione ferroviaria.

Il valore della concessione è stato stimato 2 milioni e 400 mila euro per 6 anni con ulteriori sei anni di proroga. Il concessionario dovrà corrispondere un canone di  annuo calcolato sull’importo a base d’asta di 3 mila e 600 euro, cui andrà aggiunto l’adeguamento Istat. La gara è aperta e verrà aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Le offerte devono essere inviate in versione elettronica al portale degli appalti dell’ente entro le ore 12 di giovedì 28 ottobre. L’apertura delle stesse è prevista lo stesso giorno alle 15 al palazzo comunale di viale Matteotti.

L’appalto prevede l’affidamento della gestione del chiosco bar, oltre al mantenimento e la pulizia dell’area del parco. Nello specifico anche i vialetti e le aree giochi che devono essere mantenuti perfettamente puliti e privi di qualsiasi tipo di rifiuti (sterpaglie, carta, plastica, rifiuti organici. A carico del gestore anche lo svuotamento dei cestini e la pulizia giornaliera circostante il chiosco, la pulizia e l’apertura giornaliera dei servizi igienici di pertinenza che dovranno essere fruibili da ogni cittadino, e il mantenimento del loro decoro, compreso il ricarico dei materiali di consumo.

Gli operatori economici, anche stabiliti in altri stati membri, possono partecipare alla gara in forma singola o associata, secondo le disposizioni dell’art. 45 del codice degli appalti, purché in possesso dei requisiti prescritti dal bando di gara. Tra i requisiti si prevede l’ iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara. In caso di cooperative occorre invece, l’iscrizione all’albo delle società cooperative presso il Ministero dello Sviluppo Economico a cura della Camera di Commercio, e se cooperative sociali al relativo albo sociale, con uno scopo sociale compatibile con le attività oggetto dell’appalto. Tra i requisiti speciali invece, occorre avere per almeno tre anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente (2016, 2017, 2018, 2019, 2020), esercitato attività d'impresa nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande.

“Il bar dovrà sempre essere fornito di tutto quanto è necessario a garantire un buon servizio, è riportato nel capitolato di gara. I generi di consumo dovranno essere della migliore qualità ed in quantità sufficiente per soddisfare l’esigenza del pubblico. Dovranno essere rispettate tutte le prescrizioni in materia igienico sanitaria per l’esercizio di attività di bar”. Inoltre per quanto riguarda i prezzi dei generi di consumo gli stessi “dovranno mantenersi nella media degli importi praticati dagli analoghi servizi in ambito cittadino. La distinta degli ingredienti e dei prezzi dovrà essere esposta nell'apposito contenitore installato nei locali del bar in modo visibile sia al pubblico che alle forze dell'ordine”.

Restano a carico del comune di Imperia infine, la manutenzione straordinaria delle attrezzature, della pista da pump track e dei giochi collocati nel parco, nonché delle strutture murarie e metalliche e degli infissi del chiosco-bar, nel caso i danni non siano procurati da o da una scorretta e mancata manutenzione del gestore, relativamente alle sole strutture concesse dall’Amministrazione Comunale e non su quelle realizzate dal gestore;  la manutenzione straordinaria delle strutture, degli impianti e degli infissi dei servizi igienici di pertinenza, fatta salva quella installata quale appendice o altro dal gestore.

L’orario di apertura garantito dovrà essere, in inverno ossia da 1 ottobre al 30 aprile, dalle 7 alle ore 19. mentre in estate - dal 1 maggio al 30 settembre- dalle 7 alle 22.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium