/ Economia

Economia | 13 ottobre 2021, 07:00

Come scegliere un corso di inglese per aziende

Oggi come oggi, a prescindere dal settore in cui si opera, la conoscenza dell’inglese è importante. In questo articolo cerchiamo di rispondere al meglio alla domanda!

Come scegliere un corso di inglese per aziende

Oggi come oggi, a prescindere dal settore in cui si opera, la conoscenza dell’inglese è importante. Dal momento che non sempre lo studio durante gli anni di scuola è in grado di fornire una base sufficiente, sono sempre di più gli imprenditori che scelgono di pagare dei corsi di inglese ai propri dipendenti. Quando si prende questa decisione, è naturale chiedersi come scegliere il miglior corso per aziende. Nelle prossime righe di questo articolo, abbiamo cercato di rispondere alla domanda.

Specializzazione degli insegnanti

 

Parlare di corsi di inglese per aziende significa, per ovvi motivi, focalizzarsi su iter formativi estremamente settoriali. Come ben si sa, sono in gioco diversi fattori. Il principale è senza dubbio il gergo tecnico del settore in cui la realtà opera. Da non dimenticare sono anche aspetti come i Paesi interlocutori in caso di business che prevede l’esportazione. Negoziare una vendita in inglese americano è molto diverso dal farlo con un business partner che, invece, parla inglese australiano.

Alla luce di ciò, in fase di scelta del corso migliore possibile per i propri dipendenti, è il caso di documentarsi in merito alla specializzazione dei docenti e sul tipo di inglese di cui sono madrelingua.


Esperienza

 

Sembra superfluo ricordarlo, ma in realtà si tratta di un consiglio che ha sempre il suo perché. Selezionare il massimo della qualità per quanto riguarda i corsi di inglese per team aziendali significa, nella maggior parte dei casi, orientarsi verso realtà con alle spalle un’esperienza considerevole. Di esempi se ne potrebbero chiamare in causa tantissimi! Casi come Wall Street English Genova, scuola di inglese molto quotata nel capoluogo ligure nonché sede locale di un network internazionale, dimostrano come il successo si possa mantenere per decenni. Parliamo infatti di una delle tante costole di una realtà formativa la cui storia è iniziata nel lontano 1972.

L’esperienza pluridecennale, nel caso del business english, è sinonimo di conoscenza profonda dei cambiamenti che, nel tempo, hanno attraversato il mercato del lavoro. Questo si traduce automaticamente nella capacità di comprendere rapidamente le esigenze delle aziende e di suggerire i percorsi migliori per garantire una svolta nella padronanza della lingua da parte dei discenti.

 

Cosa succede fuori dall’aula?

 

La qualità dell’insegnamento in aula è nodale, ma non bisogna dimenticare l’importanza delle attività extra curricolari. In virtù di quanto appena specificato, nel momento in cui ci si trova a scegliere un corso di inglese per i propri dipendenti è il caso di focalizzarsi anche su altri aspetti, come per esempio l’organizzazione di viaggi studio.

 

Viva il blended learning

 

Il blended learning è un approccio alla didattica - di diverse discipline - che negli ultimi anni va tantissimo. In cosa consiste? Come dice l’espressione stessa, nella commistione tra diverse modalità di apprendimento, nello specifico quella in aula e quella multimediale. Efficace - lo hanno dimostrato diversi studi - rappresenta un aspetto imprescindibile da considerare quando si punta a scegliere un corso di inglese di qualità. Il motivo è molto semplice: chi ha un lavoro, spesso impegnativo, non ha sempre la possibilità di frequentare in aula. Nessun problema! Grazie ad ausili come i test online, i video e altro materiale telematico, è possibile comunque impratichirsi. Ovviamente alla fine deve esserci una verifica dei risultati da parte del docente.

 

Customer care

 

Ultimo ma non meno rilevante aspetto da considerare riguarda la qualità del customer care. Prima di acquistare un corso di inglese aziendale, si possono mettere in primo piano diversi dubbi e domande. Ricevere, da parte dello staff della scuola, risposte chiare, cordiali ed esaustive rappresenta un punto a favore. Da non dimenticare infine è anche la reputazione online, che passa dalla gestione dei commenti sui canali online alle recensioni da parte di chi ha usufruito dei corsi.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium