/ Sanità

Sanità | 18 ottobre 2021, 12:02

Imperia, caos tamponi in farmacia per ottenere il green pass, impossibile prenotare e liste bloccate anche sino a fine anno in tutta la provincia

Dall'entrata in vigore del decreto che obbliga ad avere la certificazione verde per poter lavorare, da Cervo a Ventimiglia non si riesce a soddisfare tutte le richieste. Barla: "stiamo organizzando ulteriori servizi e ampliando il numero dei test"

Imperia, caos tamponi in farmacia per ottenere il green pass, impossibile prenotare e liste bloccate anche sino a fine anno in tutta la provincia

“Non possiamo più prendere prenotazioni”: è questo quello che ci si sente dire da tutte le farmacie di Imperia se si vuole prenotare un tampone che permette il rilascio del green pass. Da venerdì scorso infatti, la certificazione verde, che si ottiene solo se si è completati il ciclo vaccinale anticovid oppure se si possiede l’attestazione dell’avvenuta guarigione dalla malattia o il tampone (quest’ultimo test vale 48 ore ndr), è diventata obbligatoria per poter recarsi sul posto di lavoro sia per il settore pubblico che per il privato.

Nella nostra provincia le farmacie che effettuano il tampone, rilasciando il green pass, sono 33. Chiamando ai vari numeri non sempre è facile richiedere informazioni. A causa dell’elevato numero di richieste molto spesso gli addetti non rispondono al telefono e ciò è comprensibile considerato che i test da eseguire sono tanti ed inoltre, le farmacie sono attività che assistono centinaia di persone ogni giorno.

Dopo svariati tentativi il quadro che emerge è unanime: da Cervo a Ventimiglia per prenotare un tampone bisogna aspettare almeno fino al 2 novembre, in altri casi invece le liste delle prenotazioni sono bloccate sino a fino anno. In tanti infatti, hanno già “occupato” i posti assicurandosi cosi l’ottenimento del certificato. Nel capoluogo è impossibile farlo e in molti provano a spostarsi verso il dianese, ma anche qui niente da fare. La situazione non migliora neanche se si prova nell’entroterra, ma anche a Taggia e Sanremo. Stesso scenario anche nella città di confine dove, in linea con gli altri comuni, le prenotazioni sono off limits almeno sino al 15 novembre.

 

"Stiamo organizzando ulteriori servizi, dice al nostro giornale Elvio Barla, presidente Federfarma Imperia e coordinatore Sunifar, e ampliando anche il numero dei tamponi da effettuare. Ora è chiaro che le difficoltà ci siano. Rispetto a venerdì scorso, però le telefonate sono diminuite e ciò vuol dire che piano piano si sta assestando l'equilibro tra domanda e offerta. A volte bisogna insistere nel telefonare, ma vedo che la situazione si sta assestando. Noi stiamo facendo del nostro meglio per soddisfare le richieste di tutti i cittadini". 

 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium