/ Attualità

Attualità | 19 novembre 2021, 07:14

Imperia, venduto il bar-pasticceria 'Piccardo': l'imprenditore Guglielmi è il nuovo proprietario dello storico salotto onegliese (Foto)

Lo ha acquistato ieri il 38enne di Bordighera, titolare del marchio 'Milleluci' che vanta punti vendita a Ventimiglia e Sanremo, ma anche a Vado Ligure e Treviglio. Top secret la cifra: ma i sei zeri sono certi

Imperia, venduto il bar-pasticceria 'Piccardo': l'imprenditore Guglielmi è il nuovo proprietario dello storico salotto onegliese (Foto)

Dopo una trattativa durata più di un anno lo storico bar-pasticceria 'Piccardo' di piazza 'Dante' a Imperia è stato venduto ieri. Ad acquistarlo è stato il 38enne imprenditore di Bordighera, Mirco Guglielmi, titolare del marchio 'Milleluci' che vanta punti vendita a Ventimiglia e Sanremo, ma anche a Vado Ligure e Treviglio, in provincia di Bergamo. Top secret la cifra per la vendita, ma comunque i sei zeri sono certi. 

All'esito delle trattative con la proprietà - rappresentata da Carla Piccardo, che dopo la scomparsa nel luglio scorso della sorella Maria Teresa insieme al figlio Marco è l'ultima discendente del fondatore Giacomo- tutto il personale è stato confermato, dai dipendenti ai pasticceri. Anzi la nuova gestione provvederà all'inserimento nell'organico di una nuova unità congiuntamente al rinnovo dei locali. Dopo lo stop di ieri, oggi l'attività saluterà i propri clienti con un aperitivo mentre la l'inaugurazione, con il nuovo titolare, partirà sabato. Tra le novità della nuova gestione ci sarà l'apertura tutta la settimana, senza la chiusura del martedì. 

Il bar-pasticceria 'Piccardo' vanta una tradizione centenaria. Nel 1905 e, in quella che all'epoca era conosciuta come la città dell'olio, Oneglia, il genovese Giacomo Piccardo e la sorella Teresa aprirono L' 'Ideal Bar' che nel 1910 cambiò nome in 'Splendid' e a cui venne affiancata la 'Pasticceria Genovese'; nel 1929 confluirono in un'unica struttura. Da quel momento il “Caffè Pasticceria Piccardo” divenne il “salotto” di piazza Dante, frequentato dall'elite della belle époque, ma non solo. 

Il caffè 'Piccardo' divenne, e rimane ancora oggi, una vera e propria 'istituzione' dove venivano prese decisioni politiche, di affari ed economia internazionale tra note di caffè e il profumo dei dolci come coreografia. Qui venne installato il primo telefono della città e collocata una delle prime televisioni: darsi appuntamento da Piccardo allora, come oggi rappresentava un rito. Un ritrovo per uomini d'affari, scrittori, poeti, come Italo Calvino, musicisti - e tra questi Luciano Berio, ma anche di tutti gli imperiesi. Il locale e i suoi mobili in stile umbertiano sono stati testimoni di storie particolari, al limite fra il manoscritto di un libro e la realtà. Il suo caffè venne gustato dal presidente della Repubblica Sandro Pertini, ma anche da Fausto Coppi, il 19 marzo del 1946 che, in vantaggio sugli avversari della Milano-Sanremo, si fermò a prenderlo 'in volata'. Fu anche il 'rifugio' di una delle coppie più romantiche e travagliate dello spettacolo, in fuga da una tempesta che minacciava il loro yacht: Elizabeth Taylor e Richard Burton.

Adesso il celebre locale onegliese si appresta a vivere una nuova era, ma quel che è certo è che resterà sempre il 'salotto bello' della città. 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium