/ Politica

Politica | 19 novembre 2021, 12:52

Carenza di personale nelle strutture sanitarie del territorio, critico intervento della Uil Fpl

"Riteniamo necessario e urgente chiedere un incontro alla Regione e alle Asl stesse per affrontare quanto da noi oggi dichiarato perché doveroso verso i lavoratori e gli ospiti di queste strutture tutelarli nel miglior modo possibile"

Carenza di personale nelle strutture sanitarie del territorio, critico intervento della Uil Fpl

“Siamo costantemente impegnati nell’assistenza dei lavoratori che svolgono la propria attività lavorativa, in un settore spesso poco conosciuto come quello denominato Terzo Settore all’interno del quale confluiscono tutte le strutture no profit che tradizionalmente offrono un importante contributo al funzionamento e all’ampliamento dell’offerta dei settori della sanità e dell’assistenza sociale che va ad affiancare quella del settore pubblico o da quello profit. La pandemia ha messo a dura prova le strutture di tutto il territorio Ligure e oggi ci ritroviamo a dover evidenziare che le stesse si trovano ancora in grossa difficoltà a causa della carenza di personale”. A dirlo è la segreteria della Uil Fpl che spiega: “Il personale infermieristico e gli oss si stanno dirigendo tutti verso le asl che, in questo ultimo periodo, hanno bandito numerosi concorsi, per ricoprire il proprio fabbisogno, ma non possiamo non renderci conto che così facendo, in mancanza di una strategia comune e condivisa con tutto il territorio, si rischia di far chiudere tutte quelle strutture che non sarebbero più in grado di garantire un’adeguata continuità assistenziale a tutti gli ospiti che si trovano al loro interno a causa di una carenza delle figure professionali necessarie. Non parliamo solo di strutture private ma anche di strutture convenzionate con la stessa Asl".

"Tutto ciò aggravato dai cosiddetti ‘minutaggi’ cioè quei parametri assistenziali, che riducono l’attività lavorativa e i bisogni dell’utenza a ‘minuti di assistenza’ che ormai quotidianamente ci ritroviamo a discutere su tutti i tavoli e che riteniamo siano insufficienti per garantire quantità e qualità necessario all’utenza. Troppe volte alle nostre segnalazione sui disagi dei lavoratori che si ripercuotono sugli ospiti, ci viene risposto dalla parte datoriale.. ‘siamo nei parametri’.".

"Riteniamo necessario e urgente chiedere un incontro alla Regione e alle Asl stesse per affrontare quanto da noi oggi dichiarato perché doveroso verso i lavoratori e gli ospiti di queste strutture tutelarli nel miglior modo possibile affinchè possano trovare in queste strutture la giusta assistenza che troppo spesso viene fatta ricadere solo ed esclusivamente sulle spalle dei lavoratori.
Non possiamo e non vogliamo dimenticarci di voi che ancora oggi state lottando con la pandemia e con le tante difficoltà da essa derivate senza chiedere e spesso senza ricevere nessun riconoscimento è per questo che, come Organizzazione Sindacale, vogliamo ringraziare tutti i lavoratori che prestano la propria professionalità con responsabilità e senso del dovere, all’interno di questo settore”.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium