/ Cronaca

Cronaca | 24 novembre 2021, 07:14

Imperia, il destino di RT appeso a un filo: oggi l'udienza sullo sblocco dei conti, Barbagallo "Siamo fiduciosi"

Dopo l'intoppo procedurale di inizio mese, stamani il giudice Badano tratterà il procedimento di opposizione esecutiva promosso dalla società del trasporto pubblico locale: a rischio il futuro dell'azienda e di 300 famiglie

Imperia, il destino di RT appeso a un filo: oggi l'udienza sullo sblocco dei conti, Barbagallo "Siamo fiduciosi"

“Siamo fiduciosi, vedremo”. Non si sbilancia, ma comunque è ottimista Giovanni Barbagallo, presidente della Riviera Trasporti in merito all’udienza che si svolgerà stamani dinnanzi al giudice del Tribunale di Imperia, Martina Badano, che tratterà il procedimento di opposizione esecutiva promosso dalla società del trasporto pubblico locale

Dopo l’intoppo procedurale di inizio mese, che ha visto slittare di 20 giorni l’udienza in quanto il difensore della società non ha notificato gli atti del procedimento alla Provincia, ente interessato nella causa di pignoramento dei crediti da parte di Arriva Srl Italia, a sua volta creditrice di Rt per circa 3 milioni e mezzo di euro, oggi il giudice deve decidere sullo sblocco dei conti. Conti che riguardano anche il contributi elargiti dalla Provincia nei mesi scorsi. 

“Siamo speranzosi, evidenzia al nostro giornale Fabrizio Ioanna della Cgil,  perché questa vicenda si sta trascinando da troppo tempo per una decisione che ci sembrava ovvia; i conti di una azienda pubblica che rende un servizio importante non possono essere congelati. Intanto i tempi si allungano sempre di più e l’azienda continua a perdere e a faticare per garantire il servizio”.  

Stamani prima dell’udienza, come anche già avvenuto la scorsa volta, si svolgerà il presidio, dinanzi il Tribunale di Imperia, da parte dei lavoratori e dei rappresentanti delle sigle sindacali. In bilico c’è il destino di 300 famiglie che da mesi sono costrette a subire grandi ritardi e inadempienze sul fronte del pagamento degli stipendi. 

Il 10 novembre scorso dopo ore di trattative la Provincia, all’esito del tavolo convocato dal Prefetto Armando Nanei, ha firmato il decreto con cui ha dato mandato agli uffici di pagare la mensilità di ottobre all’azienda. Un milione e 50 mila euro che è servito a saldare una parte delle spettanze: la seconda è attesa invece, il 27 novembre. Decisiva quindi la decisione del giudice imperiese sullo sblocco dei conti aziendali. Solo così l’Rt potrà pagare tutti gli arretrati ai dipendenti, effettuare la manutenzione dei mezzi e soprattutto programmare il proprio futuro. Futuro che riguarda non solo il trasporto pubblico locale bensì le 300 famiglie residenti nella nostra provincia il cui destino è appeso a un filo. 

Angela Panzera-Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium