/ Politica

Politica | 29 novembre 2021, 20:57

Diano Marina, raffica di interrogazioni in consiglio comunale: campi da paddle, Cosap e palazzetto dello sport

Acceso botta e risposta tra opposizione e maggioranza su temi caldi che riguardano la Città degli aranci

Diano Marina, raffica di interrogazioni in consiglio comunale: campi da paddle, Cosap e palazzetto dello sport

La seduta di stasera del consiglio comunale di Diano Marina si è chiusa con la discussione delle interrogazioni. Il capogruppo della lista civica ‘Diano Marina’ Marcello Bellacicco ha illustrato, infatti, l’interpellanza relativa ai 5 campi da paddle di via Cà Rossa per i quali l’amministrazione guidata dal sindaco Cristiano Za Garibaldi ha concesso l’autorizzazione a costruire in capo all'Asd ‘Diano Padel Academy’.

In particolare, Bellacicco ha chiesto conto della perdita di parcheggi“Condivido che il progetto rischia di limitare il numero di parcheggi in quella zona, h risposto il sindaco Za Garibaldi, ma sono fiducioso. Penso che si possano mantenere, disponendo la società di spazi nella zona. Ma abbiamo comunque un piano B, essendo l’area interessata da un progetto di allargamento di via della Bea e via Saponiera che, grazie a finanziamento di 2milioni e 300 mila, sarà ampliata con la realizzazione, appunto, di parcheggi, marciapiedi e la razionalizzazione della viabilità”.

Sulla applicazione e la rateizzazione della Cosap (canone di occupazione del suolo pubblico) interrogazione presentata dal gruppo ‘Diano Domani’, ha risposto la consigliera delegata al commercio Veronica Brunazzi. “Il pagamento del canone sarà modulato in quattro rate, ha dichiarato, senza intermediazione da parte della Gestioni Municipali, in base a un'accordo con la Confcommercio. Viene concessa se si dimostra la perdita di giro d’affari”.

Infine, le problematiche relative alla copertura del palazzetto dello sport e sulla sua futura gestione, interpellanza illustrata dal capogruppo di ‘Diano Domani’ Francesco Parrella. “Una struttura di questo genere deve essere affidata a terzi, ha risposto il primo cittadino, ma consegnata a norma e in regola ed è quello che abbiamo cercato di fare. Il 19 novembre abbiamo invitato la ditta a mettere mano allo sgocciolio che si è verificato. Su oltre 1000 viti, 2 avevano dei problemi ed è stata questo il problema delle infiltrazioni che è stato risolto. I prossimi lavori riguarderanno gli spogliatoi, controsoffitto e le porte. Entro la fine dell’anno contiamo di appaltare per un importo di 70mila euro la sostituzione dei serramenti su tre lati della struttura”.

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium