/ Al Direttore

Al Direttore | 19 dicembre 2021, 07:36

La Liguria preistorica e il legame con l'aldilà: lo storico Casalino analizza la tematica alla luce delle nuove scoperte

Emerge una pietà verso i morti che sorprende: tutto ciò rivela un un sensibile atteggiamento nei confronti dei defunti nella Liguria del mesolitico

La Liguria preistorica e il legame con l'aldilà: lo storico Casalino analizza la tematica alla luce delle nuove scoperte

La Liguria preistorica e il legame con l'aldilà: questo il racconto di oggi dello storico Pierluigi Casalino. Se i resti della bambina, ritrovati recentemente in Liguria, nell'albenganese, e risalenti a circa 10.000 anni fa, rivelano diversi dati biologici, il suo corredo funerario offre alcune importanti informazioni, finora mancanti, sul comportamento dei cacciatori-raccoglitori della prima fase del Mesolitico non solo in Liguria, ma anche su un'equa valutazione della struttura sociale e civile di quelle comunità umane.

In particolare emerge una pietà verso i morti che sorprende: tutto ciò rivela un un sensibile atteggiamento nei confronti dei defunti nella Liguria del mesolitico. Circostanza che ci fa capire quale sentimento provassero i nostri antenati circa l'aldilà dell'uomo. D'altra parte la presenza umana nella zona ligure, prima ancora dell'età dei mammut, pare comunque accertata dal ritrovamento, nella Grotta dell'Osservatorio di Monaco, di rozze pietre a mandorle. Strumenti simili, con scheggioni, punte e raschiatoi di selce, sono stati ritrovati anche negli strati inferiori dei Balzi Rossi, tra Mentone e Ventimiglia, presso i resti fossili di elefanti antichi, rinoceronti ed ippopotami.

Contro questi animali tropicali l'uomo ligure combatte' strenuamente. E infatti  i primi scheletri veramente umani ritrovati in Liguria risalgono all'età della renna. E sono stati scoperti nella Grotta dei fanciulli ai Balzi Rossi e si tratta dei resti di una vecchia con caratteristiche negroidi, inumati insieme in posizione rannicchiata al fine di evitare loro di tornare sulla terra. Situazione che anticipa il ritrovamento di Neve annunciato qualche giorno fa. Altri reperti simili erano già stati rinvenuti sempre ai Balzi Rossi, ma anche nel savonese. La scoperta di Neve, tuttavia, apre nuovi e più interessanti scenari sulla presenza degli uomini in Liguria.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium