/ Cronaca

Cronaca | 11 gennaio 2022, 16:44

Coronavirus: cresce ancora il tasso di incidenza nella nostra provincia ma è comunque il più basso in Liguria

In Italia il più alto è a Rimini con 4.280. Tutti i dati del Covid in provincia

Coronavirus: cresce ancora il tasso di incidenza nella nostra provincia ma è comunque il più basso in Liguria

Vola il tasso di incidenza al Covid-19 nella nostra provincia. Nell’ultima settimana è ulteriormente cresciuto, raggiungendo 1.454 casi per 100mila abitanti ogni 7 giorni (il 62,8% in più di una settimana fa). Ma l’imperiese, che è in zona ‘gialla’ da alcune settimane seppur molto vicina a quella arancione, non è più da tempo quella con il tasso di incidenza più elevato d’Italia come accadeva a inizio dicembre.

Anzi è tra quelle in zona medio-bassa nella speciale classifica che la vede poco sopra Viterbo e Trapani e comunque sotto le altre province liguri che, nelle ultime settimane sono andate ampiamente sopra Imperia. Ad esempio Savona ha un tasso di incidenza pari a 1.944, Genova a 2.004 e Spezia addirittura a 2.144. Nell’ultima settimana la media giornaliera dei positivi è stata, in provincia di Imperia, di 433 mentre nelle ultime due è stata di 350.

Al momento, lo ricordiamo, a livello regionale il tasso di occupazione dei posti letto (su un totale di 1.798) è del 38,8% (119 occupati ogni 100mila abitanti) in crescita del 31% rispetto alla settimana scorsa. Per quanto riguarda le terapie intensive, invece, con un totale di 219 posti a disposizione, l’occupazione dei letti è di 15 ogni 100mila abitanti, ovvero il 19,6%, il 7% in meno di una settimana fa.

Si tratta di numeri ancora confortanti, che mantengono la regione in zona gialla, visto che il tetto è del 40% per i letti in area medicale e del 30% in terapia intensiva. Per quanto riguarda la nostra provincia le percentuali sono leggermente più elevate: soprattutto per quanto riguarda l’occupazione dei letti in area medicale e sub-intensiva che, a ieri erano 137, ovvero il 59,56% rispetto ai 230 totali mentre le terapie intensive, 8 su 30, arrivano al 30,76%.

Numeri che mantengono Liguria e provincia di Imperia sul filo del rasoio tra zona gialla e arancione in un periodo che, secondo gli esperti, non è ai livelli dello scorso anno esclusivamente grazie alla campagna vaccinale e all’utilizzo del ‘Green pass’.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium