/ Cronaca

Cronaca | 14 gennaio 2022, 10:17

Giovane muore in carcere, la famiglia da Imperia chiede giustizia: "Non si è suicidato"

Tanti i dubbi dei familiari di Refiku Mata, il 29enne di origini albanesi morto il 17 dicembre scorso mentre si trovava recluso a Tarascon in Francia

Giovane muore in carcere, la famiglia da Imperia chiede giustizia: "Non si è suicidato"

Chiedono accertamenti e soprattutto giustizia i familiari di Refiku Mata, il 29enne di origini albanesi morto il 17 dicembre scorso mentre si trovava recluso presso l'istituto penitenziario di Tarascon, cittadina della Provenza francese. 

La famiglia, che risiede a Imperia, non crede al suicidio del ragazzo e che quindi ci siano altre cause collegate al decesso. In particolare nell'ottobre scorso il 29enne è comparso di fronte al giudice durante l'udienza per l'espulsione, misura questa alternativa alla detenzione, con segni di violenza sul viso e sul corpo. La domanda, però venne bocciata. 

Del caso se ne occupa il legale Julie Boano che ha chiesto la conduzione di una inchiesta interna. Dei fatti se ne occuperà un giudice istruttore che dovrà valutare tutti gli elementi ed in particolare stabilire se il giovane ha scelto volontariamente di togliersi la vita oppure se dietro la sua morte ci siano responsabilità di terzi. 

La famiglia dubita fortemente che si tratti di un suicidio in quanto non sono a conoscenza di gravi motivi che avrebbero potuto portarlo a compiere questo gesto e soprattutto la sua scarcerazione sarebbe arrivata entro il febbraio 2024. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium