Attualità - 08 aprile 2022, 15:26

Imperia, boccata d’ossigeno per ‘Puerto’: finanziamento di 10 mila euro dal Distretto sociosanitario

Il Centro di aggregazione giovanile di viale Matteotti frequentato dai ragazzi. Serviranno per le spese di gestione, affitto e utenze

Imperia, boccata d’ossigeno per ‘Puerto’: finanziamento di 10 mila euro dal Distretto sociosanitario

Ancora di salvataggio per il Centro di aggregazione giovanilePuerto' di viale Matteotti a Imperia: la conferenza dei sindaci del Distretto sociosanitario 3 presieduto da Luca Volpe, assessore ai Servizi sociali del Comune di Imperia, infatti, ha deliberato di finanziare l’iniziativa con un contributo pari a 10.000 euro all’anno  che andranno a coprire per una quota le spese di gestione (affitto e utenze) attingendo al Fondo Sociale Regionale 2022.

La suddivisione del costo di tale finanziamento verrà fatta sulla base dell'ambito territoriale sociale di residenza dei ragazzi frequentanti, per il 2022,  7.500 all'Ats 11,1.388,88   all'Ats 13 di 1.111,12 all'ATS 10.

Lo stesso criterio sarà adottato anche per gli anni 2023 e 2024 sulla base del numero dei frequentati e sulla residenza degli stessi  al 1º gennaio. 

Alla riunione erano presenti la coordinatrice di Ats 10, Arianna Fantino, il dirigente dei Servizi  sociali del Comune di Imperia Sonia Grassi, il coordinatore dell'Ats 12 Diano Marina Francesca Bellando, il coordinatore dell'Ats 14 Laura Gullo,  il direttore sanitario del Distretto sanitario 3 Imperiese dottor Carlo Amoretti e l'Istruttore amministrativo del Distretto Daniela Cortese.

Il 'Puerto' è attivo dal 2017 ed è stato sostenuto dal Comune di Imperia nelle spese di avvio.  attualmente è aperto dalle 16 alle 19 dal martedì al giovedì. I dirigenti avevano chiesto un contributo per le difficoltà a sostenere le spese fisse di gestione della struttura (affitto e utenze).  ‘Puerto’ al 1º gennaio era frequentato da 46 ragazzi.

A febbraio era arrivato l’ok dalla Conferenza dei sindaci all’approvazione alla manifestazione di interesse per la “prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini” attraverso un progetto per la prevenzione dell'allontanamento dei minori dalle famiglie fragili che si realizza con supporto di un servizio educativo e psicologico ai minorenni e ai genitori.

Solo per il Distretto imperiese occorrono 211 mila e 500 euro di finanziamento per il triennio.

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU