Attualità - 19 aprile 2022, 07:14

Da Imperia a Leopoli, nuova missione della Brigata Girasole: "Porteremo aiuti umanitari e offriremo ai profughi viaggi sicuri verso l'Italia"

Il convoglio partirà venerdì con due volontari e oltre 2 mila 300 euro di materiale sanitario. Sono stati acquistati 15 kit completi da pronto soccorso delle ferite di guerra, ma servono ancora aiuti: ecco come donare

Da Imperia a Leopoli, nuova missione della Brigata Girasole: "Porteremo aiuti umanitari e offriremo ai profughi viaggi sicuri verso l'Italia"

Dopo la raccolta solidale di farmaci, grazie all'aiuto fornito da tanti donatori e dalla farmacia di Santo Stefano al Mare, la Brigata Girasole - il collettivo, composto da una serie di associazioni imperiesi, come l'Arci, la Talpa e l'orologio, Garabombo l'invisibile, Aifo, la fondazione Marco Beltrami e altre realtà, è pronta ad intraprendere un'altra missione importante volta ad aiutare il popolo ucraino. 

"Il 22 aprile, insieme a vecchi e nuovi amici, spiegano i responsabili sulla propria pagina social, accomunati dallo spirito della solidarietà internazionalista, ci mettiamo nuovamente in viaggio verso l'Ucraina, a Leopoli, dove porteremo aiuti umanitari, dove offriremo ai profughi viaggi sicuri verso l'Italia, dove vogliamo continuare ad organizzarci per affermare dal basso e in autonomia una posizione di pace, giustizia, libertà". 

In particolare da Imperia parteciperanno con due volontari e oltre 2 mila 300 euro di materiale sanitario. La 'Brigata Girasole' infatti ha acquistato 15 kit completi da pronto soccorso delle ferite di guerra. Servono a fermare le emorragie massive provocate da pallottole e schegge. Emorragie che ti ammazzano in sei minuti e che costano 90 euro ciascuno.

"Con altri mille euro compreremo antinfiammatori, antidolorifici, farmaci per il diabete e problemi alla tiroide. Tutta roba espressamente richiesta dai nostri contatti sul posto", spiegano gli organizzatori. Attualmente la priorità è ricevere i seguenti medicinali e materiale sanitario: antidolorifici, farmaci per diabete, bendaggi compressivi, garza emostatica Celox, laccio emostatico Tourniquet, L-thyroxine. 

"Quello che ancora vorrete donarci verrà usato per le spese di trasporto: benzina, autostrada ed eventualmente il noleggio di un mezzo supplementare da Milano". Per donare si può usare l'Iban IT52T0521601616000000002472 intestato a Brigate Volontarie per l'Emergenza Odv. "Con una donazione si può contribuire all'acquisto di questi medicinali e a sostenere le spese del viaggioaffitto dei mezzi, benzine, caselli autostradali, pernottamento e pocket money per i profughi durante il viaggio. Se possiamo fare quello che facciamo è grazie alla generosità di ciascunə di voi. Anche una piccola donazione è un mattoncino importante nella costruzione di una solidarietà concreta e tangibile. Dal popolo, per il popolo. Oltre ogni confine.

Chi vuole eventualmente unirsi al convoglio – che partirà venerdì 22 aprile e sarà operativo per circa cinque giorni - è ancora in tempo, soprattutto se si possiede un mezzo di trasporto. Per le adesioni basta contattare gli organizzatori all'indirizzo mail info@brigatevolontarie.org

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU