Solidarietà - 27 aprile 2022, 09:32

Federsolidarietà: le coop sociali al rinnovo della rappresentanza, Regina “Mi auguro di vedere i giovani ai nostri tavoli”

Appuntamento domani a Genova

Claudia Regina

Claudia Regina

Si svolgerà giovedì dalle 10 alla Casa della Giovane di piazza Santa Sabina a Genova, l’assemblea regionale di Federsolidarietà – Confcooperative Liguria che vedrà il rinnovo delle cariche associative.  Federsolidarietà Liguria è l’organo regionale di assistenza, tutela e rappresentanza della Cooperazione Sociale sul territorio ed esprime la propria azione per conto della Confederazione delle Cooperative Italiane (Confcooperative). Confcooperative Federsolidarietà Liguria associa 163 Cooperative , per un totale di 4790 soci lavoratori i e 749 lavoratori non soci. Il fatturato aggregato delle cooperative sociali liguri associate a Confcooperative è di  198 milioni di Euro. I soci lavoratori sono in prevalenza donne (3771) e importante sarà il coinvolgimento della parte femminile per individuare i ruoli di dirigenza regionale

I partecipanti al congresso dovranno esprimere il nome del nuovo presidente dopo Riccardo Viaggi che ha lasciato la carica, in quanto è stato scelto come Assessore per l’Amministrazione comunale di Savona. Una ulteriore prova di come la cooperazione sia una palestra di vita e professione che prepara al servizio della comunità in molti campi.

Le cooperative sociali di Confcooperative Liguria sono oggi impegnate in tutte le “aree del bisogno”: dall’assistenza agli anziani e alle persone con disabilità all’inclusione lavorativa di persone svantaggiate, dai servizi educativi all’accoglienza di donne sole con bambini, dal sostegno alle disabilità psichiatriche all’accoglienza di persone richiedenti asilo.

Particolarmente importante è stato inoltre lo sviluppo delle cooperative sociali di tipo B, specializzate nell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, dai disabili fisici, psichici, sensoriali, ex tossicodipendenti ed alcolisti fino ai pazienti in cura psichiatrica, passando per i minori in età lavorativa con particolari difficoltà e ai condannati ammessi alle pene alternative alla detenzione La dignità che nasce dal lavoro infatti è elemento fondante di ogni forma di inclusione sociale.

Tutte le cooperative  aderenti adottano il Contratto nazionale di lavoro delle cooperative sociali, tra i cui particolarmente utile è la sanità integrativa che, per gli aderenti a Confcooperative viene fornita dalla mutua CooperazioneSalute (www.cooperazionesalute.it), strumento particolarmente utile per le prestazioni aggiuntive legate al Covid 19.

Claudia Regina, della coop Jobel di Imperia: “Mi auguro di vedere i giovani ai nostri tavoli. Essere cooperatori è un lavoro complesso, a volte non remunerativo  come altri, per cui i giovani non ricevono una formazione sufficiente. Ci occupiamo del benessere delle persona a noi affidate a 360° e questo ci chiede costantemente di metterci in gioco ed aprirci all’altro, quindi il rischio burn out è altro. Davvero auspico un  passaggio di consegne, in cui noi più esperti ci troveremo a supportare i progetti nati dalla visione e dalle idee dei più giovani”.

Gaetano Merrone, della coop Progetto città di Savona: “L’obiettivo di questo congresso è riprendere la strada intrapresa, e rallentata dalle urgenze portate dal Covid, di un lavoro organizzato per gruppi, rispetto ad aree tematiche e competenze, valorizzando le esperienze dei territori e le buone pratiche già realizzate da molti  soci. Ci sono infatti numerose esperienze positive in tutti i settori di cui le nostre cooperative si occupano, e possono diventare un patrimonio condiviso”.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU