/ Attualità

Attualità | 19 maggio 2022, 07:14

Covid: in provincia di Imperia 830 over 50 multati per 'sbaglio': tra questi c'era chi è già vaccinato o morto da mesi

In migliaia si sono rivolti all'Asl 1 che ha creato una vera e propria task force per valutare tutte le istanze e la relativa documentazione: in molti avevano già il super green pass oppure si erano vaccinati all'estero dove lavorano

Covid: in provincia di Imperia 830 over 50 multati per 'sbaglio': tra questi c'era chi è già vaccinato o morto da mesi

Poco più di un mese fa erano 19 mila e 294 gli imperiesi over 50 a rischio multa per non aver ottemperato alla vaccinazione anti-covid. Chi non si è vaccinato incorre nella sanzione una tantum di 100 euro. 

In tanti, però hanno ricevuto la multa da parte dell'Agenzia dell'Entrate e, come prevede la normativa in vigore, si hanno 10 giorni di tempo per comunicare alla propria Asl competente eventuali motivi di esenzione dal vaccino. Superato questo periodo senza aver indicato le ragioni della propria scelta no-vax la legge prevede l'invio di una sanzione vera e propria di 100 euro entro il termine di 180 giorni,  ossia entro sei mesi. E, per dimostrare di essere nel giusto, occorre anche comunicare all'Agenzia di riscossione che si sono inviati i documenti all'azienda sanitaria. 

In migliaia si sono rivolti all'Asl 1 imperiese che ha creato una vera e propria task force per valutare tutte le istanze e la relativa documentazione inviata a supporto. Dai controlli è emerso che 830 cittadini non dovevano essere sanzionati in quanto guariti dal covid, e quindi già in possesso del super green pass, o perchè vaccinati all'estero dove lavorano o comunque con la prima dose già prenotata. 

In alcuni casi poi la sanzione è stata inviata a persone che erano già decedute e quindi i familiari hanno provveduto a informare l'azienda sanitaria locale. In tutta Italia sono state circa 85 mila le posizioni che le varie Asl hanno dovuto approfondire e nella maggiorparte dei casi è emerso come una mancata comunicazione tra Agenzia delle Entrate e Ministero della Salute ha fatto scattare le sanzioni che, però di fatto non erano da elevare. 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium