Attualità - 21 maggio 2022, 17:18

Presentate da 'Rinascimento dall’Entroterra' le linee guida del progetto per una ‘Green Community’

Ne faranno parte sia Comuni della Provincia di Savona che di Imperia che si apprestano a partecipare ad un importante ‘Bando nazionale’

Presentate da 'Rinascimento dall’Entroterra' le linee guida del progetto per una ‘Green Community’

L’Associazione ‘Rinascimento dall’Entroterra’, dopo un incontro con 30 Comuni dell'Entroterra e l'ITS Ruffini, ha dato vita ad una ‘Green Community’ nell'entroterra ponentino. Ne faranno parte sia Comuni della Provincia di Savona che di Imperia che si apprestano a partecipare ad un importante ‘Bando nazionale’ quello appunto delle Green Community.

“Venerdì 19 maggio – spiegano dall’associazione - è una data importante per ‘Rinascimento dall’Entroterra’: il CTS (comitato tecnico scientifico) dell’associazione, con la presidente Laura Marvaldi ed i coordinatori scientifici Fabio Bonsignorio ed Ezio Andreta e Antonello Tabbò, Paolo Berlanda, Giuseppe Gandolfo, Giovanni Gandolfo, hanno ufficialmente presentato le linee guida portanti del progetto omonimo ai 30 Comuni dell’Entroterra del savonese e dell’imperiese interessati a dare vita ad una ‘Green Community’ che parteciperà all’importante bando nazionale di prossima apertura. Soggetti della Community saranno appunto i trenta Comuni delle Valli Impero (tutti), Argentina, Prino, Arroscia, Dianese e Valli del Neva nell’albenganese, ma anche l’ITS Istituto Ruffini di Imperia (all’incontro presente il Preside Luca Ronco e la vice Armida Drago)".

"Un progetto ambizioso e di sistema che privilegia interventi di grande qualità e che proietta il Territorio del Ponente ligure su un percorso di 10/15 anni con assi portanti nella cultura (un progetto che traguarda anzitutto alle nuove generazioni sul solco del ‘New Generetion UE’ comunitario’), nella transizione energetica ed in quella digitale.
La predisposizione del percorso sarà attuata anche grazie a studio ed approfondimenti di ‘gruppi di lavoro’; già da tempo operante quello delle ‘comunità energetiche’ in cui sono coinvolti diversi Comuni già attivi con realizzazioni di piccole centrali idriche ad acqua fluente, solare e studi su campi eolici, in modo da esser attivi per i bandi di prossima apertura in autunno: si privilegia la costituzione di diverse ‘comunità’ fra di loro coordinate. Attivo anche il gruppo di lavoro ‘bandi e finanziamenti’ di cui fanno parte Sindaci e professionisti esperti in vari settori; allo studio il Gruppo di lavoro ‘risorse idriche’ e quello ‘risorse forestali’.

Il progetto prevede il coinvolgimento di Università, Centri di ricerca, Regione e le due Provincie. Il percorso si caratterizza con uno schema aperto: i Comuni costituenti saranno i primi e la Comunità sarà aperta a successive aggregazioni. Previsto in tempi brevi l’attivazione di un altro incontro in cui sarà approvato il progetto e definite ‘Governance’, ‘Piano Finanziario’ e ‘Piano Attuativo’.”.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU