/ Cronaca

Cronaca | 24 giugno 2022, 07:14

Ladro seriale di zucchine trombetta finisce a processo: il giudice di Imperia accoglie il patteggiamento

Il 56enne di Sanremo aveva preso di mira l'azienda Amalberti di Vallecrosia. Accordata la richiesta dell'avvocato Ventimiglia e l'imputato è stato condannato a 1 mese di carcere in continuazione con un'altra sentenza

Ladro seriale di zucchine trombetta finisce a processo: il giudice di Imperia accoglie il patteggiamento

Si chiude con un patteggiamento il processo a carico di R.D.M., 56 enne di Sanremo, accusato di furto aggravato. Il giudice monocratico di Imperia, Antonio Romano, ha infatti accolto la richiesta di patteggiamento avanzata dall’avvocato Mario Ventimiglia, disponendo un mese di reclusione in continuazione con un'altra sentenza emessa per lo stesso tipo di reato. In particolare nel luglio del 2020 l’uomo era stato condannato a 1 anno e 4 mesi di carcere e considerato che i fatti per cui è finito a processo si sono svolti a soli 12 giorni rispetto a quelli oggetti dell’attuale processo, il giudice ha concesso la continuazione.

La vicenda è quella relativa ai furti seriali di zucchine trombetta che da Vallecrosia hanno fatto il giro di tutta la Liguria. Il 56enne infatti, il 25 maggio del 2020 è stato nuovamente beccato dai Carabinieri dopo aver rubato alcune casse contenti appunto questo tipo di ortaggio il cui valore ammontava a 150 euro. Il colpo avvenne, ancora una volta, all’interno delle serre di Moreno Amalberti, noto coltivatore della zona. Nell’occasione vennero rubati anche un 2 decespugliatori, un tagliasiepi e un soffiatore per 2 mila e 100 euro di valore.

Il reato contestato dalla Procura era anche aggravato dall’aver agito di notte, circostanza che ha ostacolato la privata difesa, e anche di aver perpetrato il furto di 'cose esposte per necessità alla pubblica fede'. 

L’azienda di Vallecrosia è stata più volte vittima dei furti da parte dell’uomo, denunciato molte volte negli ultimi due anni. In un occasione l’imputato, che avrebbe anche tentato di rivendere la verdura a privati, è stato anche incastrato da un ‘finto’ ordine. Il luogo scelto per l’appuntamento era la spianata del Capo di Bordighera Alta. Ad attenderlo, però non c’erano ristoratori o esercenti bensì i Carabinieri.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium