/ Eventi

Eventi | 04 luglio 2022, 12:01

Carpasio: "Partigiani di oggi, perché la diversità sia ricchezza", il 9 e 10 luglio c'è la 'Pastasciutta antifascista'

In piazza delle Feste

Carpasio: "Partigiani di oggi, perché la diversità sia ricchezza", il 9 e 10 luglio c'è la 'Pastasciutta antifascista'

Il Comune di Montalto Carpasio organizza per il 9 e il 10 luglio prossimi una manifestazione di due giornate intitolata ‘Pastasciutta antifascista – Partigiani di oggi, perché la diversità sia ricchezza’, richiamando quello che aveva compiuto la famiglia Cervi nel 1943.

"I sette fratelli Cervi erano i figli di Alcide Cervi e di Genoeffa Cocconi - scrivono gli organizzatori - e appartenevano a una famiglia di contadini con radicati sentimenti antifascisti. Dotati di forti convincimenti democratici e cattolici, presero attivamente parte alla Resistenza e, presi prigionieri, furono torturati e poi fucilati dai fascisti il 28 dicembre 1943 nel poligono di tiro di Reggio Emilia. La loro storia è stata raccontata, fra gli altri, dal padre Alcide Cervi. Il 25 luglio del 1943, a seguito della riunione del Gran Consiglio del Fascismo, Mussolini viene destituito e arrestato. Dopo 21 anni terminava il governo del Partito Fascista. Il Re designò il Maresciallo dell’esercito Pietro Badoglio come nuovo capo del governo".

"Nonostante la caduta del Fascismo - proseguono - la guerra continuava a fianco dei tedeschi: nei giorni successivi l’arresto vi furono numerose sollevazioni popolari; il 28 luglio, a Reggio Emilia, i soldati spararono contro gli operai delle Officine Reggiane facendo 9 morti. I Cervi non vennero immediatamente a conoscenza della notizia della caduta di Mussolini perché impegnati nei campi, ma fu sulla via del ritorno a casa che incontrarono numerose persone in festa. Sebbene sapessero che la guerra non era davvero terminata, decisero di festeggiare comunque l’evento, un momento di pace dopo 21 anni di dittatura fascista. Si procurarono la farina, presero a credito burro e formaggio dal caseificio e prepararono chili e chili di pasta".

"Una volta che questa fu pronta - terminano gli organizzatori della manifestazione di Carpasio - caricarono il carro e la portarono in piazza a Campegine pronti a distribuirla alla gente del paese. Fu una festa in piena regola, un giorno di gioia in mezzo alle preoccupazioni per la guerra ancora in corso: anche un ragazzo con indosso una camicia nera (forse era l’ultima rimasta?) fu invitato da Aldo a unirsi e a mangiare il suo piatto di pasta. Ecco l'origine, ma questa manifestazione vuole parlare di libertà, favorire scambi di opinioni, intavolare dibattiti, commemorare e invitare ad essere Partigiani di oggi, contestualizzando lo stesso termine 'Partigiani' nella lotta di chi ai nostri tempi deve ancora combattere per affermare i propri diritti". Sotto il programma.

Sabato 9 Luglio
- Dalle ore 15:00 alle ore 19:00 navetta gratuita Carpasio – Museo della Resistenza a Costa dove verrà proiettato in loop il cortometraggio “La Resistenza in Provincia di Imperia” realizzato dalle classi IVa e Va della Scuola Primaria di Badalucco (I.C. Taggia) Menzione della Giuria ANPI al concorso “Filmare la Storia” – Ideato dall’ins. Nives Bianchi, riprese di Veronica Di Matteo, montaggio e musiche di Adelina Caravelli.
- Ore 16:00 - Apertura e illustrazione degli eventi dei due giorni da parte del Sindaco Mariano Bianchi e dell’Assessore Antonella Bignone
- Ore 16:15 Intervengono: Massimo Bisca, membro della Segreteria Nazionale ANPI; Amelia Narciso, Presidente Provinciale Imperia.
- Le insegnanti e gli alunni della Scuola Primaria di Badalucco doneranno al Museo della Resistenza la targa ricevuta al concorso di cui sopra.
- Avvio della raccolta fondi pro Emergency – Partecipazione del referente Emergency gruppo di Ventimiglia dott. Thomas Lamberti – Presenza dello Stand di Emergency
- Apertura della mostra fotografica presso il Dopolavoro inerente alla prima manifestazione pubblica di orgoglio omosessuale in Italia (gay pride) svoltasi a Sanremo il 5 Aprile 1972, organizzata da Gianfranco Testa, Presidente di Mia Arci Gay Imperia
- Ore 17:00 Incontro con l’Autore: Marco Termenana presenta il suo libro “Mio figlio. L’amore che non ho fatto in tempo a dirgli”. Modera Fiorenzo Gimelli, presidente nazionale dell’Agedo (Associazione di genitori, parenti e amiche/ci di persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender, +). Legge brani tratti dal libro l’attore Gianni Oliveri
- Ore 18.30 Merenda Partigiana: verranno offerte gratuitamente pizza, focaccia, patatine e bibite. Per l’occasione, Massimo Bisca (membro della Segreteria Nazionale ANPI) e Daniele La Corte (giornalista) ricorderanno i Partigiani che ristrutturarono il vecchio Comando della 1a Divisione Liguria permettendo, con il loro lavoro, di dare origine all’attuale Museo della Resistenza. In loro ricordo verrà posto a dimora un acero presso il Museo della Resistenza. Parteciperanno Ugo Mela, Pres. ANPI sez. Imperia Oneglia, Roberto Moriani, Pres. ANPI sez. Porto Maurizio, Massimo Corradi, Pres. ANPI sez. di Arma Taggia e Valle Argentina e Giovanni Rainisio, Presidente dell’ISRECIM (Istituto Storico della Resistenza di Imperia).
- Dalle ore 20:00 Pastasciutta Antifascista (GRATIS un piatto di pasta, una bevuta e un dolce); la Pro Loco cucinerà altri piatti per chi lo desidera
- Ore 21:00 Serata musicale: aprono il concerto i Badweathers di Imperia (Rock/Pop Inglese) e seguono gli Egin (Patchanka) dal Piemonte

Domenica 10 Luglio
- Dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle 17:00 navetta Carpasio – Museo della Resistenza a Costa dove verrà proiettato in loop il cortometraggio “La Resistenza in Provincia di Imperia” realizzato dalle classi IVa e Va della Scuola Primaria di Badalucco (I.C. Taggia) Menzione della Giuria ANPI al concorso “Filmare la Storia”
- Alle ore 10:00 e alle ore 11:00 passeggiate nel bosco con guida al Castagno Cavo in Costa dove si nascondevano i Partigiani
- Dalle ore 12:00 Pastasciutta Antifascista (GRATIS un piatto di pasta, una bevuta e un dolce) e su prenotazione solo la domenica la Pro Loco cucinerà altri piatti per chi lo desidera (prenotare a proloco.montaltocarpasio@gmail.com)
- Ore 16:00 - Incontro con un gruppo di giovani Storici e presentazione di un libro sul tema della Resistenza organizzato dalla Brigata Girasole
- Ore 17:00 Presentazione dell’ultimo libro di Gino Strada “Una persona alla volta” a cura del prof. Nanni Perotto
- Ore 18:00 – Appuntamento con il Teatro: “Un viaggio di Pino Petruzzelli – La via degli alberi” – “Ho viaggiato dal centro Europa alla Puglia ascoltando la voce degli alberi incontrati sulla via. Mi sussurravano di loro, di me e di una trama che andava ritessuta.” Pino Petruzzelli - Tra quegli alberi, anche il nostro castagno cavo vicino al Museo della Resistenza, dove si nascondevano i Partigiani.
- Ore 19:00 Conclusione dell’evento e chiusura della raccolta fondi con l’intervento dei rappresentanti di Emergency.

I.P.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium