/ Sport

Sport | 18 luglio 2022, 07:21

Atletica, l'imperiese Davide Re (400 metri) si ferma al primo turno dei Mondiali americani. Covid e infortuni condizionano la gara

Un 2022, fin qua, sfortunato per l'atleta portorino che, a Eugene, ha fermato il cronometro a 46"49

Atletica, l'imperiese Davide Re (400 metri) si ferma al primo turno dei Mondiali americani. Covid e infortuni condizionano la gara

Davide Re  è sceso in pista ai Mondiali di Atletica di Eugene, in Oregon, negli Stati Uniti d’America. L’ imperiese è giunto quinto nella sua batteria (la quarta su sei) delle eliminatorie dei 400 metri piani fermando il cronometro a 46”49. E gareggiando contro avversari del calibro di Isaac Makwala e l’americano Champion Allison. Il tempo non è bastato per staccare il pass per il turno successivo e nemmeno per il ripescaggio. Le gare sono visibili su RaiSport e su SkyArena, dalla quale sono tratte le immagini. 

La performance dell’imperiese, tuttora detentore del record italiano con 44”77, è stata fortemente condizionata dalle precarie condizioni di salute degli ultimi mesi. Già agli Italiani di Rieti, dello scorso giugno, il quattrocentista delle Fiamme Gialle aveva raggiunto il bronzo (45.99) nonostante un fastidio al piede che si è trasformato in dolore nei giorni successivi all’evento.

Da febbraio, Re ha subito una serie di infortuni muscolari che hanno pregiudicato la migliore preparazione. Negli ultimi giorni inoltre è risultato positivo al Covid negativizzandosi soltanto alla vigilia della gara americana, tanto che anche il padre Paolo, con un affettuoso messaggio su Facebook, aveva sottolineato “Davide correrà una batteria che, in queste condizioni, è per lui come una finale”.

Nel mirino dell'imperiese entrano ora gli Europei che si terranno a Monaco di Baviera da ferragosto e Re non ha mai celato il sogno di una medaglia continentale.

Alberto Ponte

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium