/ Politica

Politica | 26 luglio 2022, 12:45

Diano Marina, Bellacicco abbandona l'aula: "Scelta inevitabile. Non intendiamo farci azzittire dalla maggioranza" (foto e video)

Anche la consigliera Borghi ha lasciato la seduta odierna del consiglio comunale: "mai avevamo pensato che avremmo dovuto tutelare la nostra libertà di espressione". Lo scontro riguarda la 'bocciatura' delle interrogazioni

Diano Marina, Bellacicco abbandona l'aula: "Scelta inevitabile. Non intendiamo farci azzittire dalla maggioranza" (foto e video)

E' iniziato con il ricordo dell'ex consigliere comunale Jacopo Damonte, scomparso improvvisamente oggi, il civico consesso di Diano Marina.

In apertura ha preso la parola Marcello Bellacicco, capogruppo della lista civica 'Diano Marina' il quale ha letto una lunga dichiarazione in cui ha spiegato le motivazioni che l'hanno portato ad abbandonare l'aula insieme alla consigliera Elisabetta Borghi. 

"Quando abbiamo iniziato questa bellissima esperienza di impegno civico, verso la cittadinanza di Diano Marina, avevamo messo in conto che avremmo potuto vivere anche momenti di difficolta, ha evidenziato Bellacicco, ma mai avevamo pensato che avremmo dovuto tutelare la nostra libertà di espressione, ricorrendo ad un gesto eclatante ed estremo. Ma questo atto e assolutamente necessario per rendere noto, ai cittadini dianesi, che non intendiamo sottostare supinamente ad alcuna imposizione da parte della Maggioranza, tantomeno se finalizzata a farci tacere. Lo scorso 19 luglio, durante la riunione dei Capi Gruppo, propedeutica a questo Consiglio Comunale, la Consigliera della Lega Veronica Brunazzi, Capo Gruppo della Maggioranza, decideva che sei interrogazioni su sei, presentate dai due Gruppi di Minoranza, non erano da accettare, sulla base di una personalissima interpretazione del Regolamento del Consiglio Comunale. Dopodichè, avvalendosi della sua preminenza puramente numerica di voto, concretizzava tale suo intento, impedendo alla Minoranza di far sentire la sua voce in questo Consiglio Comunale".

"Alla Consigliera Brunazzi, consigliamo di riflettere e rivedere approfonditamente il suo approccio, ha chiosato Bellacicco, ad un confronto politico con persone che si sono messe comunque a servizio della gente. Lei ha portato avanti ii suo per noi arbitrario pensiero, trincerandosi dietro ad una norma che le da un malriposto potere che, con gratuita tracotanza, ha voluto esercitare sino in fondo. Noi, come sempre affidandoci a quella sana logica che anima le persone normali. Le chiediamo come sia mai possibile che, dopo una decina di mesi circa di esercizio della nostra funzione di Minoranza, con decine di interrogazioni presentate senza alcun problema, all'improvviso ci rincretiniamo e sbagliamo sei interrogazioni su sei! Pensiamo che sia la domanda che si pone il cittadino che, stia certa, non si e fatto di certo convincere dalle risibili spiegazioni che ha sinora fornito sui media".

"Al Presidente del Consiglio Comunale ed al Sindaco, che speriamo non fossero al corrente preventivamente di quanto accaduto, diciamo invece che, se si vuole continuare a garantire un clima di democratico, aperto e rispettoso confronto tra Maggioranza e Minoranza, nell'interesse di Diano Marina, necessario che esercitino una maggiore e migliore funzione di controllo, evitando che si ripetano episodi come quello in argomento. Pertanto, non riconoscendo il Consiglio Comunale odierno come un consesso in cui la Minoranza può liberamente esercitare la sua funzione, abbiamo deciso di non avallarlo con la nostra presenza, abbandonando l'aula, nella speranza di non essere costretti in futuro a dover ripetere questo gesto, che riteniamo doloroso, ma assolutamente inevitabile". 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium