/ Cronaca

Cronaca | 05 settembre 2022, 15:04

Incendio al Santa Corona, i vertici della sanità regionale in sopralluogo. Toti: "Cause? Probabile il dolo, nel caso lo accerterà la Magistratura" (Foto e Video)

Fondamentale la risposta del sistema antincendio della palazzina e delle forze in campo: "Sinergia straordinaria". Ancora presto per la conta dei danni, si lavora già al ripristino: "Se necessarie, pronte le alternative"

Incendio al Santa Corona, i vertici della sanità regionale in sopralluogo. Toti: "Cause? Probabile il dolo, nel caso lo accerterà la Magistratura" (Foto e Video)

Si è da poco concluso il sopralluogo del presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti all'interno del reparto di Ortopedia dell'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dove questa notte è divampato un incendio che ha coinvolto interamente una stanza costringendo all'evacuazione dell'intera palazzina.

Dopo le prime verifiche effettuate dai Vigili del fuoco che hanno provveduto a mettere in sicurezza la palazzina, evacuata interamente ai piani inferiori per evitare problemi relativi al massiccio uso di acqua per domare il rogo, la palazzina pare non aver riportato danni di importante rilievo a livello strutturale. Così come i pazienti ricoverati al suo interno.

Il tutto grazie alla tempestività dei soccorsi: "E' stato fatto un lavoro straordinario di cui vorrei ringraziare non solo i Vigili del fuoco ma anche tutti il personale sanitario che ha lavorato stanotte insieme alle Forze dell'Ordine e a tutti coloro che sono intervenuti. La sinergia è stata straordinaria, e il fatto che siano state evacuate 85 persone, molte delle quali con serie difficoltà di deambulazione, nel giro di pochissime ore è stato segno di grande efficienza - ha affermato Toti dopo il sopralluogo - Anche lo stesso edificio ha risposto straordinariamente alle sollecitazioni delle fiamme, diciamo che la macchina ha funzionato e questo ci tranquillizza".

Notizie confortanti sono giunte anche, come detto, dalle persone che hanno riscontrato problemi di intossicazione, tra cui tre pazienti: due si trovano nel reparto di Medicina del San Paolo di Savona e una nella terapia intensiva del nosocomio del capoluogo di provincia, sembrerebbe comunque non in gravi condizioni. "Aspettiamo però siano i medici a sciogliere la prognosi", ha aggiunto il governatore. Otto dipendenti, inoltre, si sono rivolti al pronto soccorso accusando sintomi da intossicazione e sono stati dimessi con prognosi da una a tre giorni.

Andando invece alle cause dell'incendio, tra le più accreditate parrebbe esserci quella dolosa, anche se al momento, in attesa delle prove raccolte dagli inquirenti, è d'obbligo la massima cautela e l'uso di tutti i condizionali del caso: "Sarà la Magistratura, con le perizie a stabilire le cause. Quel che mi risulta è che tutto sia scaturito da un paziente ricoverato sul posto, dov'è stato rinvenuto un accendino e, considerata la velocità di propagazione delle fiamme pur in un edificio costruito con tutti i dispositivi anticendio necessari, i Vigili del fuoco immaginano vi sia stato un comportamento attivo di un soggetto in tal senso".

In queste ore poi, oltre alla conta dei danni, si è cominciato a pensare a come restituire questi importanti spazi ora inagibili al Santa Corona. Per questo presente anche a pietra l'assessore alla Protezione Civile di Regione Liguria, Giacomo Giampedrone, al quale è stato chiesto dal presidente di poter valutare strutture alternative a quelle della palazzina per ospitare gli ambulatori dei codici bianchi che davano respiro al pronto soccorso sull'autopresentazione dei pazienti meno gravi.

"Il personale tecnico di Asl 2 e gli ingegneri strutturisti sono già al lavoro - ha concluso Toti - per tornare a rendere agibili quanto prima gli spazi, comprese le sale operatorio del blocco di ortopedia e traumatologia".

R. Vassallo - M. Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium