/ SoloAffitti

In Breve

SoloAffitti | 12 settembre 2022, 06:00

Investire nell’affitto? La differenza tra House e Home

Se stai per investire nell’acquisto di un immobile da mettere in affitto devi assolutamente comprendere bene la differenza tra House e Home

Investire nell’affitto?  La differenza tra House e Home

UTILIZZO QUESTI DUE TERMINI DELLA LINGUA INGLESE PERCHÉ RENDONO VERAMENTE BENE IL CONCETTO CHE VOGLIO ILLUSTRARTI.

Veniamo quindi alla differenza tra House e Home.

Entrambi i termini si traducono in italiano con la parola CASA ma hanno due significati differenti.

Il vocabolo HOUSE indica il luogo fisico, la costruzione materiale, l’edificio.

Il termine HOME fa riferimento all’aspetto più affettivo di casa, comprende il concetto di nucleo famigliare secondo un’accezione più intangibile.

Quando stai valutando un immobile da mettere in affitto non commettere l’errore di ragionare come chi sta scegliendo la casa in cui andrà ad abitare, quello che devi cercare è una “HOUSE” non una “HOME”

Se stai cercando di acquistare la casa per te e la tua famiglia purtroppo non posso esserti utile mentre se stai valutando di investire nell’affitto continua a leggere questo articolo perché ti salverà da molti problemi.

L’acquisto di un appartamento per l’affitto deve essere guidato da un’attenta analisi dei dati quindi lascia da parte l’aspetto emotivo e non innamorarti dell’immobile che hai visionato.

Quando fissi una visita con un agente immobiliare richiedi o annota i seguenti dati:

  • prezzo di acquisto
  • spese condominiali e cosa comprendono (fatti consegnare la tabella con l’ultimo esercizio condominiale se l’immobile è in condominio)
  • IMU (chiedi la rendita catastale così potrai calcolare quanto ti costerà di IMU)
  • se ci sono interventi che dovranno essere fatti al condominio nel medio periodo (rifacimento tetto, facciate o altri lavori straordinari)
  • visura catastale
  • planimetria catastale
  • se l’appartamento necessita di interventi come rifacimento bagno, arredo, impianto elettrico o altro annotali tutti
  • scatta delle foto ai campanelli, alle parti comuni, agli interni e agli esterni del condominio

 

Adesso che hai raccolto tutti questi dati confrontati con un professionista con anni di esperienza nella gestione delle locazioni, mostragli i dati raccolti e chiedigli queste informazioni:

  • qual è la modalità più remunerativa per affittare l’immobile (tipologia di contratto, tassazione, sicurezza)
  • quanto potrai percepire di affitto su base annua (e quale sarà la tassazione che dovrai pagare sugli importi percepiti)
  • quali opere sono necessarie per renderlo adatto alla tipologia di locazione consigliata
  • chi sono i possibili inquilini interessati a prendere in affitto il tuo immobile
  • quanto sarà il periodo di sfitto stimato su un arco temporale di 4 anni
  • quali saranno i costi delle attività per gestire la locazione
  • ci sono previsioni di rivalutazione della zona in cui si trova l’immobile o dei rischi di tendenze al degrado
  • potrà essere rivenduto facilmente in futuro e con che previsioni di realizzo

Grazie a queste informazioni potrai decidere se scartare a priori l’immobile e cercarne un altro oppure se formulare una proposta di acquisto e a quale prezzo massimo puoi arrivare.

Quest’ultimo punto è veramente delicato, ho visto acquirenti innamorarsi a tal punto dell’immobile che pur di acquistarlo hanno offerto cifre troppo alte per puoi accorgersi che così facendo hanno ottenuto un rendimento bassissimo.

 Ecco le conseguenze di alcuni errori in fase di acquisto:

  • non considerare delle spese condominiali elevate ti porterà a percepire un canone più basso (gli inquilini sono attenti!)
  • non considerare la necessità di interventi straordinari sull’immobile ti porterà ad avere dei costi non preventivati che andranno a ridurre la resa dell’investimento.
  • ignorare la rendita catastale alta ti porterà ad avere delle maggiori imposte in fase di acquisto e una maggiore incidenza dell’IMU
  • sottovalutare il target di inquilino che potrà essere attratto dal tuo appartamento potrebbe crearti maggiori rischi di mancati pagamenti
  • ignorare le tipologie di contratto di locazione adatte a quell’immobile potrebbe farti perdere denaro in tasse oppure farti sovrastimare il canone di affitto 
  • rilanciare superando il prezzo massimo di acquisto prefissato può trasformare il tuo acquisto in un pessimo investimento
  • sottostimare i costi per gestire alcune tipologie di locazione potrebbe portarti ad avere una resa molto inferiore rispetto alle attese
  • ignorare le caratteristiche dell’immobile, del condominio e della zona può rendere difficile una rivendita futura e farti perdere denaro.

 

Come vedi i rischi sono molti ma possono essere evitati raccogliendo dati, ragionando sui parametri e ingaggiando un buon consulente con esperienza nelle locazioni.

Il nostro Team di Rental Property Manager  è a vostra  disposizione per :

-      Ulteriori informazioni

-      Gestire il vostro patrimonio immobiliare

-      Garantire al 100 % il pagamento del canone d’affitto www.soloaffittipay.it

Agenzia Solo Affitti Sanremo

Tel. 0184/525507

sanremo@soloaffitti.it

 

 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium