/ Cronaca

Cronaca | 03 ottobre 2022, 13:54

Livio Raffa “incapace di stare” in giudizio, si chiude in tribunale a Imperia la vicenda processuale dell’ottantenne

Il 31 dicembre del 2017 a seguito dell'esplosione di alcune bombole diverse case di via San Salvatore a Bajardo restarono inagibili per mesi

Livio Raffa “incapace di stare” in giudizio, si chiude in tribunale a Imperia la vicenda processuale dell’ottantenne

"Non doversi procedere per essere l'imputato incapace a restare in giudizio in maniera irreversibile” è questa la sentenza pronunciata stamattina dal giudice monocratico di Imperia Francesca Minieri nei confronti di Livio Raffa, l’80enne accusato di aver causato il 31 dicembre del 2017 il crollo di parte del suo immobile in via San Salvatore al numero 34 a Bajardo, nei pressi del centro, a pochi passi dall’ufficio postale, e di quelli dei vicini.

La richiesta, alla quale si è allineata la difesa dell’uomo è stata avanzata dalla stessa pubblica accusa rappresentata in aula Maria Paola Marrali, senza che ci fosse nemmeno il bisogno di ascoltare il perito incaricato.

L’uomo, che a seguito dell’esplosione rimase gravemente ferito e venne estratto sotto le macerie dai vigili del fuoco, era finito a processo. 

In seguito all’esplosione le case coinvolte furono inagibili per mesi e i proprietari furono costretti ad eseguire lavori per oltre 50 mila euro.

L'imputato era difeso dai legali Emanuele Canepa e Andrea Volpe che avevano, appunto, richiesto al giudice la perizia per stabilire la capacità a presenziare coscientemente al processo. 

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium