/ Cronaca

Cronaca | 21 novembre 2022, 10:46

Diano Marina: sorprende il figlio a fumare una sigaretta e lo prende a pugni, condannato 59enne

Il giudice Minieri ha condannato l’imputato a 7 mesi di carcere e non ha concesso la sospensione della pena. La procura aveva invocato “solo” 3 mesi di reclusione

Diano Marina: sorprende il figlio a fumare una sigaretta e lo prende a pugni, condannato 59enne

Si chiude con una condanna a sette mesi di carcere il processo a carico di un 59enne finito a processo per 'abuso di mezzi di correzione e disciplina' nei confronti del figlio 14 anni. 

La sentenza è stata emessa stamani dal giudice monocratico di Imperia, Francesca Minieri, oltre a non concedere la sospensione condizionale ha comminato una pena maggiore rispetto a quanto invocato dall’accusa. Per l’imputato, il pm Paola Marrali la settimana scorsa aveva infatti invocato tre mesi di reclusione.

La vicenda oggetto del processo risale al 12 agosto del 2020 ed è avvenuta sul molo Landini a Diano Marina. Il genitore aveva sorpreso il ragazzino fumare una sigaretta mentre si trovava in compagnia di alcuni amici. Ne è nata una violenta discussione a cui hanno assistito diversi bagnanti e passanti.
Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, chiamati dai presenti, il 59enne avrebbe colpito il ragazzino con un pugno al volto. In seguito al colpo il figlio è finito per terra e fra i due è nato uno scontro fisico. Il 14enne riporterà anche graffi ed ecchimosi varie. Il giovane ha tentato di chiarire i fatti, ma sarebbe stato insultato dal genitore il quale gli avrebbe detto "vattene da questa casa, sei un bastardo, uno spacciatore".

L'imputato poi, era anche accusato di aver minacciato un bagnante, che si trovava nei pressi del molo Landini, intervenuto dopo aver visto l'aggressione al ragazzo. "Vieni qui che te le do anche a te, che c...o vuoi, io ti ammazzo": questa la frase pronunciata. Durante il processo la querela è stata ritirata dall'uomo e quindi il giudice Minieri ha dichiarato estinto questo reato. 

Non appena verranno depositate le motivazioni l'avvocato Sandro Lombardi ha preannunciato che ricorrerà in Appello. 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium