/ Politica

Politica | 22 novembre 2022, 12:39

Incendi dolosi in provincia di Imperia: Rifondazione "Triste primato nazionale del ponente, bisogna abbattere l'omertà"

"La politica e i politici dovrebbero sostenere, valorizzare, fornire strumenti ulteriori al fine di generare quel circolo virtuoso di reciprocità e collaborazione che solo può contribuire a promuovere un autentica ed efficace lotta alle infiltrazioni mafiose".

L'incendio alla Marr di Taggia

L'incendio alla Marr di Taggia

Partito della Rifondazione Comunista interviene in merito agli incendi dolosi che hanno interessato la provincia di Imperia in questi mesi. "Imperia ha numerosi e tristi primati compreso quello di essere nella classifica delle provincie più colpite dagli incendi dolosi. - spiegano dalla segreteria provinciale del partito - Da un report recente del Ministero dell’Interno emerge che Imperia è subito dopo Crotone, Catanzaro e Cosenza. Negli ultimi due mesi, ripercorrendo i fatti, alcuni settori strategici come il commercio dei fiori, la distribuzione alimentare sono minacciati e aggrediti da fiamme dolose".

"E’ drammaticamente chiaro il tentativo criminale di dominare ambiti dell’economia del nostro territorio  ricorrendo alla minaccia del fuoco. Come si legge in un recente articolo il Procuratore Capo di Imperia, dott. Lari, ha molto insistito sulla necessità di denunciare, di collaborare con gli organi preposti alle indagini, di “abbattere il muro di omertà”. Da tempo è denunciata la grave ed ammorbante situazione in cui è il versante ponentino a causa delle infiltrazioni mafiose. - aggiungono - I dati riferiti dai rapporti annuali sono eloquenti e l’Associazione Libera da tempo svolge un ruolo egregio sul nostro territorio non solo in termini di informazione ma soprattutto in termini di formazione e di sensibilizzazione. La politica dovrebbe trarne un utile insegnamento".

"La politica e i politici dovrebbero sostenere, valorizzare, fornire strumenti ulteriori al fine di generare quel circolo virtuoso di reciprocità e collaborazione che solo può contribuire a promuovere un autentica ed efficace lotta alle infiltrazioni mafiose. Bene dice il dott. Lari quando si esprime criticamente in merito alla facile e comoda prassi della delega deresponsabilizzante.
- proseguono da Rifondazione - A noi interessa ricordare che nel mese di luglio 2018 Libera organizzò un evento di notevole spessore in Villa Grock dal titolo “Luci contro le mafie”  che fu colpevolmente disertato dal Sindaco Claudio Scajola allora appena eletto. Riceviamo, pertanto, con particolare interesse la notizia di un ciclo di convegni moderati dalla dott.ssa Lucia Scajola e che affrontano anche al tema delle mafie. Il titolo è curioso “ Le mafie hanno anticipato la globalizzazione” che si terrà nella Sala Consiliare del Comune di Diano Marina in data 2 Dicembre 2022. Il titolo preannuncia una trattazione ampia, all’apparenza ambiziosa".

"Auspichiamo che l’ampiezza e l’ambizione non diluiscano eccessivamente un tema che è cruciale perché ha a che fare con le nostre vite e con un territorio altrimenti soffocato dai fumi asfissianti di quelle fiamme che hanno ripreso a divampare. Dichiara Alternativa Intemelia: I politici locali - sono chiamati più che mai a non risparmiarsi e anche ai futuri amministratori sarà il caso di chiedere da subito la stessa identica forza di presenza e di azione, perché una città si governa collaborando con le parti buone e non delegando. Noi sosteniamo che la politica può solo quando è immune" - concludono dal partito.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium