Attualità - 22 novembre 2022, 14:57

Guardia Medica: Linea Condivisa: "Mancano ancora risposte dalla Giunta Toti su un nuovo piano organico funzionale della continuità assistenziale"

"Medici, infermieri, tecnici e Oss rappresentano l’enorme patrimonio umano e professionale di cui disponiamo e non dobbiamo lasciarli soli".

Guardia Medica: Linea Condivisa: "Mancano ancora risposte dalla Giunta Toti su un nuovo piano organico funzionale della continuità assistenziale"

La Continuità Assistenziale, meglio nota come Guardia Medica, rappresenta uno dei pilastri della Medicina Territoriale. Ogni anno in Liguria offre centinaia di migliaia di interventi in tutta la Regione, garantendo una copertura sanitaria anche nelle aree più remote, con ricadute importanti come per esempio la riduzione del carico sui Pronti Soccorso.

"Da tempo siamo al fianco di questi medici - dice Gianni Pastorino, Capogruppo di Linea Condivisa in Consiglio Regionale e Vicepresidente della Commissione II Sanità - quando denunciano il progressivo peggioramento delle condizioni di lavoro in cui si trovano costretti a lavorare, con inevitabili ripercussioni anche sulla salute dei Cittadini e delle Cittadine liguri. Medici, infermieri, tecnici e Oss rappresentano l’enorme patrimonio umano e professionale di cui disponiamo e non dobbiamo lasciarli soli".

A febbraio proprio rispondendo ad uno degli appelli fatti dai medici di Continuità Assistenziale sono state convocate le Rappresentanze Sindacali in una audizione in Commissione Salute, grazie all’azione del Vicepresidente della Commissione stessa Gianni Pastorino. Sempre al fianco di decine e decine di medici del territorio, Gianni Pastorino ha partecipato alla manifestazione che questi hanno organizzato a luglio a Piazza De Ferrari per ribadire il sostegno e la necessità che la politica regionale dia risposte alle proposte avanzate dai medici.

Linea Condivisa ha ribadito il proprio impegno anche ad agosto in una audizione con i Capigruppo a seguito della quale è stato approvato all’unanimità un documento che impegna la Regione e Alisa ad intervenire in supporto della categoria.

"Ribadiamo ancora la necessità - conclude la Presidente di Linea Condivisa Rossella D’Acqui - di perseguire gli obiettivi contenuti nel predetto documento il prima possibile. Continueremo a impegnarci per essere al fianco delle decine di medici che continuano nonostante le difficoltà a lavorare in un servizio su cui crediamo sia fondamentale investire per il futuro, perché la difesa del diritto alla salute dei Cittadini e delle Cittadine liguri passa anche dalla difesa della medicina territoriale".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU