/ Economia

Economia | 24 novembre 2022, 16:57

Rinnovabile, pratico ed economico: scopriamo il pannello solare EcoFlow

Rinnovabile, economico, a basse emissioni, peso leggero, impermeabile e, dulcis in fundo, la manutenzione è ridotta

Rinnovabile, pratico ed economico: scopriamo il pannello solare EcoFlow

Rinnovabile, economico, a basse emissioni, peso leggero, impermeabile e, dulcis in fundo, la manutenzione è ridotta. Se non avete ancora chiaro di cosa stiamo parlando, la risposta è elementare: del pannello solare portatile EcoFlow.

L’azienda in questione si è impegnata in modo ineccepibile nella realizzazione di uno strumento simile che potesse diventare il fedele compagno di tutti coloro che sono amanti dell’avventura e delle esperienze outdoor e anche di tutti coloro che hanno voglia di vivere sereni all’interno della propria abitazione.

Con un pannello solare simile, si può star tranquilli che non si rimarrà mai a secco di energia. Quindi, alla luce di quello che abbiamo appena detto, scopriamo insieme questo formidabile accessorio, partendo proprio dalle sue caratteristiche che, di primo acchito, risultano essere imparagonabili rispetto ad altri pannelli solari presenti sul mercato.

Pannello solare, caratteristiche

Partiamo con l’analizzare la componente fisica di questo pannello solare in particolare. Quelli di EcoFlow, difatti, sono stati realizzati utilizzando un materiale ad elevata efficienza energetica, in modo tale da essere in grado di produrre più chilowatt-ora di potenza rispetto ai competitor.

Il silicio monocristallino nero

Parliamo del silicio monocristallino nero. Materiale che non ha soltanto il vantaggio poc’anzi espresso ma è anche un ottimo alleato contro le intemperie. Infatti, questi pannelli solari possono essere utilizzati anche con condizioni meteorologiche avverse perché impermeabili. Ecco spiegata una peculiarità espressa nell’incipit di questo articolo.

In particolar modo sono dotati di un leggero strato di ETFE che li rende estremamente resistenti non solo alle intemperie ma anche, e soprattutto, allo scorrere del tempo. Infatti, acquistarli oggi è un investimento per il futuro.

Pieghevole

Un’altra caratteristica che richiama molto l’attenzione è il design che possiede la peculiarità di essere pieghevole e, al tempo stesso, consente quindi di dispiegare il pannello in modo semplice e veloce su una superficie più ampia. Questo testimonia ancora una volta la possibilità di poterli utilizzare con condizioni atmosferiche nuvolose oppure di scarsa illuminazione.

Leggerezza

La loro conformazione fisica li rende non solo pieghevoli, quindi in grado di soddisfare appieno il requisito del trasporto, ma, se qualcuno stesse pensando che queste caratteristiche siano racchiuse in un corpo possente e massiccio, sono anche estremamente leggeri.

Infatti, questo pannello solare targato EcoFlow può essere riposto all’interno di uno zaino ed essere portato ovunque. Diventa realmente un fedele compagno da cui difficilmente ci si riuscirà a separare. Tenendo presente che può diventare un salvavita in caso di interruzione improvvisa di corrente nella propria abitazione, quest’accessorio si posiziona senza eguali sul podio.

Ecosostenibilità

Se pur scontato, è doveroso precisare che sono degli strumenti ecosostenibili. La spiegazione si rintraccia nel loro semplice utilizzo perché si servono della principale fonte di energia per la vita sulla Terra: quella solare. A proposito del loro utilizzo o, per meglio dire, funzionamento, approfondiamo insieme.

Pannelli solari, funzionamento

Il funzionamento dei pannelli solari in questione, come detto nel paragrafo precedente, è semplice ed elementare; infatti, anche chi non è avvezzo agli strumenti tecnologici potrà abilmente districarsi tra cavi e pulsanti e mettere, in un batter d’occhio, in funzione questo accessorio.

I pannelli si basano principalmente su tre step: raccogliere, power, accumulare. Precisiamo che per alimentare le apparecchiature di tutti i giorni, energivore o meno energivore, basterà collegare il suddetto strumento ad un generatore solare targato sempre EcoFlow, questo per consentire una elevata compatibilità ed un efficace funzionamento, per dare il via alla ricarica.

Raccogliere

Il primo step, come suggerisce il nome stesso, vede il pannello solare come protagonista. Quest’ultimo assorbirà all’interno delle proprie celle i raggi solari e li custodirà fino al momento del power, ovvero lo step successivo.

Power

In questa fase, quando si è collegati a un sistema a pannelli solari che utilizza una power station portatile marchiata la stessa casa produttrice dei pannelli, l’energia assorbita durante lo step poc’anzi descritto verrà convertita in elettricità che si potrà fin da subito utilizzare per alimentare i propri dispositivi elettronici.

Accumulare

Per ultimo ma non meno importante c’è lo step dell’accumulare. In questa fase l’energia potrà essere immagazzinata in un generatore solare fino a quando sarà necessario. All’occorrenza potrà essere utilizzata; nel mentre, però, si avrà sempre a disposizione un po’ di energia di scorta.

Pannelli solari, modelli

L’azienda citata in precedenza ha deciso di creare diversi modelli per soddisfare le esigenze di un bacino di utenza sempre più ampio. Infatti, nel catalogo si possono trovare pannelli solari che si differenziano principalmente per il wattaggio. Abbiamo quelli da 110 W, da 160 W, da 220 W e da 400 W. Vediamoli insieme.

Modello da 110 W

Questa tipologia è la più piccola, solo per potenza, di tutta la famiglia dei pannelli solari. Forniamo alcune caratteristiche per inquadrare al meglio il modello. Possiedono uno strato protettivo e, soprattutto, impermeabile.

Soddisfano appieno il requisito della trasportabilità, infatti possono essere ripiegati facilmente all’interno di uno zaino o una borsa e possono accompagnarci in qualsiasi tipo di avventura. Il loro utilizzo e funzionamento è molto pratico, si servono di un solar connettore universale che, collegato alla maggior parte delle power station, potrà immediatamente avviare una sessione di ricarica.

Modello da 160 W

Saliamo con il wattaggio senza perdere il requisito della leggerezza e compattezza. Il design leggero rende anche questa tipologia perfetta per il campeggio o qualsiasi altra attività outdoor. Se si vorrà alimentare la propria abitazione off-grid, basterà collegare più pannelli con generatore targato DELTA o RIVER.

Modello da 220 W

Con questo modello si ha la possibilità di catturare fino al 25% in più di energia grazie alla composizione “a due lati”. Resta il design compatto e resistente. Il connubio perfetto si ottiene dall’unione di questo modello in particolare con una power station portatile. Dal loro sodalizio si sprigionerà molta più energia utile per accompagnare gli avventurosi per tutta la durata del campeggio.

Modello da 400 W

Giungiamo al termine della lista. Il pannello solare da 400 W è tra i pochi, attualmente in commercio, dotati di tutte le migliori caratteristiche che confluiscono in una potenza ancora maggiore. Se si volesse alimentare la propria abitazione, quindi adibirli ad uso domestico, si potrebbero collegare in serie fino a 4 di questi pannelli per ricaricare la propria power station in meno di 6 ore e garantire energia fulminea e costante alla propria casa.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium