Cronaca - 28 novembre 2022, 20:45

Imperia, inchiesta corruzione: rimessi in libertà i fratelli Vincenzo e Gaetano Speranza

La scarcerazione arriva a pochi giorni dai termini di scadenza delle indagini preliminari. Per la Procura non sussistono più le esigenze cautelari. I legali ora puntano al patteggiamento

Imperia, inchiesta corruzione: rimessi in libertà i fratelli Vincenzo e Gaetano Speranza

Sono stati rimessi in libertà i fratelli Vincenzo e Gaetano Speranza,  rispettivamente titolare e collaboratore della Edilcantieri, finiti agli arresti domiciliari nei mesi scorsi per un presunto giro di mazzette nel quale è rimasto coinvolto anche l'ex vicepresidente della Provincia e sindaco di Aurigo Luigino Dellerba. 

La difesa, rappresentata dagli avvocati Roberto Trevia e Alessandro Moroni punta ora a un patteggiamento.

La decisione della Procura arriva a pochi giorni dalla chiusura delle indagini preliminari dell'inchiesta condotta dal pubblico ministero Barbara Bresci. Pergli inquirenti non sussistono più le esigenze cautelari e quindi i due indagati sono stati scarcerati. 

Gaetano Speranza era finito nel registro degli indagati in concorso con il fratello Vincenzo e con Luigino Dellerba per il reato di corruzione in quanto avrebbe, secondo l'impostazione accusatoria, "ricevuto dal pubblico ufficiale i nominativi delle imprese che avevano partecipato alla gara senza bando con procedura negoziata per i lavori di messa in sicurezza di un’area sita nel comune di Aurigo, per un importo di circa 300.000 Euro, poi aggiudicata alla Edilcantieri che aveva presentato l’offerta migliore". Era accusato anche di aver consegnato a Luigino Dellerba, il 21 marzo scorso, la somma di 2mila euro in contanti e concordato con il fratello Vincenzo la dazione di altri 2mila euro a Dellerba per la promessa dell’affidamento diretto dei lavori per la realizzazione di un parcheggio in Via Roosvelt, a Imperia. Per questa presunta tangente furono arrestati in flagranza sia Dellerba che Vincenzo Speranza. 

  

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU