/ Politica

Politica | 29 novembre 2022, 14:32

Interreg Alcotra: Provincia a Courmayeur e Chamonix per il 2021-2027, Scajola “Progetti concreti per lo sviluppo dei territori”

Un'occasione da un lato per fare il punto sui risultati ottenuti con le risorse del precedente ciclo di programmazione 2014-2020 e dall’altro per far fronte ai nuovi fabbisogni delle regioni

Interreg Alcotra: Provincia a Courmayeur e Chamonix per il 2021-2027, Scajola “Progetti concreti per lo sviluppo dei territori”

La Provincia di Imperia presente insieme a Regione Liguria Anci Liguria alla due giorni di lancio del nuovo programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Interreg Alcotra 2021-2027, tenutasi sul versante italiano del Monte Bianco ieri, a Courmayeur, e sul versante francese oggi, a Chamonix.

Un'occasione da un lato per fare il punto sui risultati ottenuti con le risorse del precedente ciclo di programmazione 2014-2020 e dall’altro per far fronte ai nuovi fabbisogni delle regioni e confermare la competitività dello spazio di cooperazione nel panorama europeo. L’area di cooperazione del programma Interreg Alcotra comprende la Regione Autonoma della Valle d'Aosta, le Province di Torino e Cuneo, la Provincia di Imperia, i dipartimenti dell’Alta Savoia e Savoia e i dipartimenti delle Hautes Alpes, Alpes de Hautes-Provence e Alpi Marittime.

"La presentazione del nuovo programma Alcotra per il prossimo quinquennio è stata un’occasione di scambio importante con i rappresentanti italiani e francesi, dove abbiamo ancora una volta evidenziato la necessità della concretezza dei progetti – commenta il presidente della Provincia di Imperia Claudio Scajola – Sono lieto che il prossimo incontro, il 25 e 26 gennaio, si faccia ad Imperia, dove rimarcheremo nuovamente i nostri rapporti di piena collaborazione transfrontaliera con la Francia, con Cuneo, con la Valle d’Aosta e con Torino, per attuare progetti che aiutino lo sviluppo dei territori".

"La cooperazione tra aree limitrofe ha il pregio di individuare soluzioni condivise a problemi comuni che, come sperimentato con successo con la programmazione 2014-2020, ci hanno consentito di dare risposte congiunte alle esigenze delle comunità a criticità importanti e impreviste, come la pandemia e la tempesta Alex - sottolinea l'assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti - Con i 182 i milioni di euro finanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale "FESR" e riservati al programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Alcotra 2021-2027, iniziamo a pianificare questo nuovo ciclo con altre sfide altrettanto difficili, come la crisi energetica e la siccità dovuta ai cambiamenti climatici".

"L'auspicio - termina Benveduti - è di poter rafforzare questo lavoro di squadra, anche in complementarietà con i fondi nazionali e il Pnrr, per affrontare concretamente i bisogni di quest'area di frontiera, portando soluzioni e modelli di sviluppo utili agli abitanti e alle imprese, che possano contrastare quanto più possibile lo spopolamento delle aree più marginali".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium