Cronaca - 29 novembre 2022, 17:34

Sorpresi a rubare al Self di Albenga: 34enne di Imperia nei guai insieme a complice ingauno

I due uomini, intorno alle 19 di ieri, dopo essere entrati all’interno dell’esercizio per degli acquisti ma al momento di pagare sono stati sorpresi con circa 300 euro di merce nascosta e non pagata.

Sorpresi a rubare al Self di Albenga: 34enne di Imperia nei guai insieme a complice ingauno

Un 34enne di Imperia ed un 23enne di Albenga sono stati arrestati per un furto commesso al “Self – Bricofer” di Albenga. I due uomini, intorno alle 19 di ieri, dopo essere entrati all’interno dell’esercizio per degli acquisti ma al momento di pagare sono stati sorpresi con circa 300 euro di merce nascosta e non pagata. 

Avevano preso guanti da lavoro, lampade da tavolo, spray ad aria compressa e perfino una macchina microsaldatrice. La merce rubata era stata occultata in uno zaino e sotto i vestiti indossati. Per sfuggire ai controlli avevano anche rimosso prezzi e codice a barre dagli oggetti.

L'atteggiamento sospetto prima tra i reparti e poi alle casse non è passato inosservato. Pensando di eludere i controlli i due si sono divisi: il primo, con lo zaino, ha oltrepassato le casse dall’uscita senza acquisti, mentre il secondo, dopo aver fatto finta di mettersi in coda per pagare, ha raggiunto velocemente il complice all’uscita, venendo però fermato dal personale addetto alla vigilanza.

Il responsabile vendite del negozio ha richiesto l'intervento dei Carabinieri. Nel frattempo i due soggetti sono stati fermati dal personale di vigilanza. La merce rubata scoperta dai militari al momento della perquisizione, è stata restituita ed è stata formalizzata la querela presso gli uffici del vicino Comando Stazione dell'Arma.

Al termine delle operazioni, i due fermati, già noti alle Forze dell’Ordine per reati specifici, sono stati accompagnati presso il Comando Compagnia di Albenga e, su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Savona, dottor Traversa, sono stati dichiarati in arresto. L'ingauno di 23 anni è finito ai domiciliari presso l’abitazione di Albenga mentre l'imperiese è stato portato presso una camera di sicurezza del Comando dei Carabinieri, in attesa del rito direttissimo, che si è svolto questa mattina presso il Tribunale di Savona. Per il 34enne c'è stata la convalida dell’arresto, la sottoposizione agli obblighi  di presentazione per tre volte alla settimana e il rinvio dell’udienza del processo al 6 dicembre.

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU