Cronaca - 29 novembre 2022, 14:59

Stop stanotte all'erogazione dell'acqua: molti i comuni non interessati, Rivieracqua "Ridurremo i disagi al massimo"

L'azienda conferma che, nella maggior parte dei casi, si avranno solo cali di pressione. Se tutto andrà per il meglio l'erogazione riprenderà molto prima delle previste 9 di domattina

Stop stanotte all'erogazione dell'acqua: molti i comuni non interessati, Rivieracqua "Ridurremo i disagi al massimo"

Piccolo passo indietro sullo stop alla fornitura dell’acqua, annunciata ieri da Rivieracqua e che ha visto dure reazioni, in particolare da commercianti e gestori di bar e ristoranti. Come confermato al nostro giornale dall’azienda, infatti, alcune città non subiranno nessun fermo all’erogazione del prezioso liquido.

Si tratta infatti delle intere città di Vallecrosia, Bordighera, Riva Ligure, Camporosso, Castellaro, Taggia e Santo Stefano al Mare (che hanno una serie di pozzi da cui attingere), oltre alla zona vicina alla costa di Ventimiglia. Nelle ultime ore, lo ricordiamo, sono state moltissime le lamentele degli utenti, per due motivi: il grave ritardo nella comunicazione (arrivata soltanto ieri con un comunicato arrivato alle redazioni) e l’eccessiva durata dello stop.

Proprio su questo, però, è intervenuta Rivieracqua che, oltre a confermare le città dove non ci saranno disservizi, ci ha anche spiegato la situazione. Innanzi tutto si tratta di un intervento importante sull’acquedotto del Roya e, i disagi maggiori si potranno registrare nella zona dell’argine destro di Ventimiglia, ma anche a Ospedaletti, Sanremo, una parte di Arma di Taggia, San Lorenzo, Imperia, il dianese e una parte di Andora.

L’intervento comporterà la chiusura progressiva di alcune valvole della linea ma, se tutto andrà per il meglio, Rivieracqua riuscirà ad alimentare tutto con il Roya bis. Se, invece, alcune valvole non terranno nel corso del lavoro perché vetuste, l’azienda sarà costretta a chiudere il Roya Bis e ci vorranno un paio d’ore per farlo.

Gli utenti, nella seconda ipotesi, si accorgeranno della situazione solo alle 22.30. Il sistema ha la sua inerzia, che dipende dal consumo solitamente ridotto la notte. Le zone alte avranno sicuramente dei cali di pressione e di sospensione dell’acqua (in particolare Sanremo, Imperia, Cervo e Ospedaletti) e, progressivamente potrà interessare le quote più basse.

Se non ci saranno imprevisti, stanotte verso le 4.30/5 inizieranno le manovre di riapertura che saranno lente per evitare guasti. Con un po’ di fortuna l’acqua tornerà anche prima delle 9, orario previsto inizialmente dalla comunicazione di Rivieracqua.

Dall’azienda vengono confermati anche altri lavori nei prossimi giorni per riparare due rotture del Roya 1 (una in mare di fronte a Bordighera e l’altra sotto lo svincolo della superstrada di Ventimiglia), per i quali si dovrà alimentare le utente, utilizzando esclusivamente il Roya bis che, da solo ha difficoltà a garantire portate e pressioni necessarie nelle ore di massimo consumo. I lavori comporteranno solo cali di pressione e limitati alle zone alte.

Presumibilmente a gennaio, invece, per poter collegare le tratte del Roya bis in corso di realizzazione, si svolgerà un intervento molto invasivo, soprattutto per la zona compresa tra Capo Verde a Sanremo e Cervo. Il disservizio sarà comunicato con un importante anticipo, perché durerà diverse. L’azienda conferma di operare nell’interesse pubblico, per migliorare la qualità del servizio.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU