/ Attualità

Attualità | 04 dicembre 2022, 07:14

Nuovo istituto Alberghiero a Taggia, Conio "Ci vuole coraggio, manteniamo anche la sede sul lungomare" (video)

In molti avevano ipotizzato che la vecchia sede del lungomare potesse essere alienata dalla Provincia, una volta svuotata.

Nuovo istituto Alberghiero a Taggia, Conio "Ci vuole coraggio, manteniamo anche la sede sul lungomare" (video)

"Sarebbe bello avere coraggio e forza di mantenere anche questa sede a servizio dell'Istituto Alberghiero": è questa la provocazione lanciata da Mario Conio, sindaco di Taggia e consigliere provinciale, a margine dei festeggiamenti per i 40 anni dell'Istituto Alberghiero. Come è noto la scuola nei prossimi anni lascerà la storica sede sul lungomare per trasferirsi alle ex Caserme Revelli.  

Il 18 dicembre sarà noto l'esito del bando per l'assegnazione dei lavori per la costruzione della nuova scuola (3 milioni e 245mila euro, cifra interamente finanziata con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ndr). Il progetto prevede che l'edificio venga realizzato nell'area alle spalle dell'Istituto Colombo, tra il campetto da calcio e i ruderi vicini. 

"Un domani ci sarà un nuovo Istituto Alberghiero - spiega Conio - ma se vogliamo fare scelte importanti bisogna avere il coraggio di investire. Quindi fra pochi mesi comincerà il cantiere della nuova scuola sempre sul nostro territorio, nell'area delle ex Caserme Revelli. Una scuola innovativa dove gli spazi saranno completi". 

La nuova scuola risolverà un annoso problema di spazi per questo Istituto. "Oggi questa scuola - analizza Conio - vive momento di difficoltà perchè sparpagliata sul territorio. Noi come provincia e come Comune di Taggia, e con il sostegno dei comuni vicini, stiamo facendo un grosso sforzo per avere una eccellenza. Un unico istituto dove accorpare tutti i ragazzi e tutte le attività". 

Quando ci sarà la nuova scuola quale sarà la sorte della vecchia sede sul lungomare? E' una domanda che ciclicamente viene fatta dal giorno in cui è stato presentato il finanziamento che ha reso possibile la realizzazione di questa nuova scuola. Fino ad ora, con l'intervento di Conio, nessuno dall'ente provinciale né con l'amministrazione precedente né con quella attuale, si era sbilanciato. Infatti in molti avevano ipotizzato che la vecchia sede del lungomare potesse essere alienata dalla Provincia, una volta svuotata. 

Per Conio c'è una ulteriore strada da prendere in considerazione: la vecchia sede dell'Alberghiero potrebbe rimanere ad uso dell'Istituto Ruffini Aicardi. "Se vogliamo eccellenza - conclude Conio - dobbiamo dare strutture di eccellenza. Questa sede può essere un ottimo volano per accoglienza e promozione. È una sede nobile e importante che arricchirebbe ancora di più le possibilità di questo Istituto che è davvero base della nostra economia". 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium