/ Attualità

Attualità | 07 dicembre 2022, 12:40

Luxuria al Cristian Music Festival di Sanremo, il 'caso' arriva a Le Iene: la Diocesi sceglie il silenzio

Gaston Zama de Le Iene ha parlato con Vladimir Luxuria delle polemiche circa la sua presenza al Cristian Music Festival di Sanremo.

Vladimir Luxuria, ospite del Bordighera Book Festival nel 2017

Vladimir Luxuria, ospite del Bordighera Book Festival nel 2017

"Sono dispiaciuta era una cosa che pensavo fosse utile per la comunità, per una nuova Chiesa, quella auspicata da Papa Francesco dove si aprono le porte per far entrare la gente e non per farla uscire".

Sono le parole che ha pronunciato Vladimir Luxuria al microfono de Le Iene sul caso che vede anteposti il Cristian Music Festival e la Diocesi di Ventimiglia Sanremo. Nella puntata andata in onda ieri sera nella popolare trasmissione televisiva di Italia 1, in un servizio di Gaston Zama, si è parlato della partecipazione dell'ex parlamentare e personaggio del mondo dello spettacolo come ospite nella rassegna del direttore artistico Fabrizio Venturi e delle polemiche nate subito dopo. 

Nei giorni scorsi la Diocesi ha rilasciato una nota con la quale informava che l'unica manifestazione sostenuta è Jubilmusic (che si svolge a novembre ndr), senza mai citare il nome di Luxuria. Lei, ha espresso rammarico e perplessità sulla tempistica intercorsa tra l'annuncio della sua partecipazione al Festival di Venturi e la comunicazione della Diocesi. "Quando ho capito che si sarebbe alzato un polverone ho preferito fare un passo indietro" - ha spiegato. 

Luxuria era stata chiamata per parlare del suo riavvicinamento alla fede cristiana dopo la conoscenza di Don Andrea Gallo. "Non vivo di rancore mi sarebbe piaciuto conoscere il Vescovo e magari averlo ospite al Festival. Lui lo scorso anno c'è stato. Se lui deciderà di dare una spiegazione bontà sua, cosa che ancora non ha fatto" -ha detto Luxuria.

Le Iene hanno cercato di parlare anche con il Vescovo, Mons. Antonio Suetta e poi con don Alessandro Ghersi quale curatore del Jubilmusic. Mons. Suetta ha preferito non rilasciare alcuna intervista neanche stamani all'indomani del servizio andato in onda. Don Ghersi, raggiunto al telefono da Zama, sulla questione delle polemiche per il mancato patrocinio si è limitato a dire: "Il comunicato dice che la diocesi organizza il Jubilmusic e non collabora con altre manifestazioni. Le vicinanze di tempo possono succedere ma l'organizzatore (Venturi ndr) sapeva benissimo che non avrebbe ricevuto il patrocinio. Era tutto già chiaro precedentemente"

Don Ghersi è stato tirato in ballo anche per una vicenda giudiziaria risalente a 20 anni fa quando il parroco patteggiò per molestie. Specificando che non si trattò di molestie sessuali, il prete ha liquidato la 'iena' dicendo che non venne riportata la verità e con un interrogativo su chi possa aver trovato convenienza nello rispolverare quei fatti dopo così tanto tempo. 

Al termine di settimane di notizie su questo 'caso', tra note stampa e agenzie, viene da chiedersi dove porti questa polemica. I fatti: la Diocesi ha scelto di non patrocinare il Festival di Musica Cristiana, non rinnovando l'appoggio concesso l'anno scorso, a questo punto che cosa impedisce agli organizzatori della rassegna musicale di invitare chiunque vogliano? Questa è forse l'unica domanda che ad oggi non è ancora stata fatta.   

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium