/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2023, 14:29

Sistema di sorveglianza “Passi” della Asl 1, raggiunto il 100 % di utenti intervistati

Lo strumento è in grado di produrre informazioni a livello di ASL e Regione al fine di guidare a livello locale le azioni di prevenzione e valutarne l’efficacia nel tempo verso gli obiettivi di salute fissati nei Piani Nazionali e Regionali della Prevenzione

Sistema di sorveglianza “Passi” della Asl 1, raggiunto il 100 % di utenti intervistati

Si chiude con un 100% di utenti raggiunti da Asl1, tramite interviste telefoniche il sistema di sorveglianza “Passi” (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia). Nel 2022 infatti, gli operatori dell'Asl1 Imperiese hanno portato a termine 278 interviste per quanto riguarda il sistema “Passi” e 251 per il sistema “Passi” d'Argento Il sistema “Passi” si caratterizza come una sorveglianza in Sanità Pubblica che dal 2008 raccoglie in continuo informazioni sugli stili di vita e fattori di rischio comportamentali, della popolazione adulta di 18-69 anni residente in Italia, connessi all’insorgenza della malattie croniche non trasmissibili e sul grado di conoscenza e adesione ai programmi di intervento che il Paese sta realizzando per la loro prevenzione. Strumento necessario alla costruzione dei profili di salute per le Regioni, “Passi”, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), si è come strumento interno al Sistema Sanitario Nazionale in grado di produrre, in maniera continua e tempestiva, informazioni a livello di ASL e Regione al fine di guidare a livello locale le azioni di prevenzione e valutarne l’efficacia nel tempo verso gli obiettivi di salute fissati nei Piani Nazionali e Regionali della Prevenzione.

Mentre “Passi d'Argento” è invece il sistema di sorveglianza dedicato alla popolazione anziana, di 65 anni e più, che completa il quadro offerto dalla sorveglianza “Passi” dedicata agli adulti. Come il sistema di sorveglianza “Passi”, anche “Passi” d’Argento si caratterizza come una sorveglianza in Sanità Pubblica che raccoglie informazioni, dalla popolazione generale residente in Italia, su salute e fattori di rischio comportamentali connessi all’insorgenza o alle complicanze delle malattie croniche non trasmissibili. “Passi” d’Argento raccoglie anche informazioni su alcune condizioni peculiari della popolazione ultra65enne volte a descrivere la qualità di vita e i bisogni di cura e assistenza delle persone di questa fascia di età, ma con uno sguardo nuovo al fenomeno dell’invecchiamento, a partire dalla definizione di “invecchiamento sano e attivo” voluta dall’OMS. Con “Passi” d’Argento si “misura” infatti anche il contributo che gli anziani offrono alla società, attraverso lavoro retribuito o fornendo sostegno all’interno del proprio contesto familiare e della comunità (“anziano risorsa”) con attività di volontariato per i quali sono centrali non solo la salute fisica, l’autosufficienza, ma anche il benessere psicologico e sociale della persona. Questo sistema è dunque in grado di fornire informazioni utili alla programmazione di azioni e interventi per le scelte di politiche sanitarie volte a migliorare la qualità di vita degli anziani e a rafforzare le condizioni alla base di un “invecchiamento sano e attivo”.

«Ringrazio gli utenti che hanno partecipato all'intervista telefonica – ha detto il Dott. Francesco Sferrazzo Direttore del Dipartimento di Prevenzione - S.C. Gestione Promozione Salute e Sicurezza di Asl1 -, per aver contribuito ad aiutarci nell'azione di monitoraggio sullo stato di salute della popolazione adulta imperiese».

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium