/ Attualità

Attualità | 10 novembre 2021, 17:46

Riviera Trasporti: la Provincia paga gli stipendi di ottobre, anticipati 1 milione e 50mila euro (foto e video)

La mensilità di novembre verrà erogata in due tranche, una subito per dare respiro ai lavoratori e la seconda il 27. Rimane, però alta l'attenzione sull'udienza in tribunale il 24 dove si deciderà se sbloccare i conti dell'azienda

Il presidente della provincia di Imperia, Luigino Dellerba, dopo una riunione avuta questa mattina con il prefetto, ha firmato un decreto con cui ha dato mandato agli uffici di pagare la mensilità di ottobre alla Riviera Trasporti. Si tratta di un milione e 50 mila euro, iva compresa, con cui saranno pagati gli stipendi.

Accolta quindi la volontà dei sindacati che avevano chiesto alla Provincia di anticipare le somme che l’ente si era impegnato ad elargire qualora il concordato fosse stato ammesso. La notizia è arrivata nel pomeriggio mentre era in corso la seconda parte del tavolo di confronto tra RT, sindacati e istituzioni con il prefetto Armando Nanei. Tutto questo all’indomani della notizia relativa al rinvio di 15 giorni della decisione da parte del tribunale sull’opposizione al pignoramento dei conti da parte di ‘Arriva Italia’ creditrice di 3 milioni e 500mila euro (la voragine dei debiti ammonta a 30milioni di euro).

Il decreto del presidente Dellerba è stato inviato alla segreteria generale della Provincia e agli uffici contabile e legale. Intanto mercoledì 24 novembre ci sarà una nuova udienza in tribunale, alla presenza di tutte le parti interessate, in cui sarà effettuato un approfondimento sulla situazione della Riviera Trasporti.

GLI INTERVENTI



"È stata una giornata intensa - spiega Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo, al termine dell'incontro in prefettura - Stamattina dopo l'incontro con i sindacati, se non trovavamo una soluzione come Provincia insieme ai nostri uffici e consiglieri provinciali, da domani il servizio non avrebbe potuto continuare. Oltre al grosso problema sociale. I dipendenti RT in 70 giorni hanno percepito 1000 euro, dunque una situazione difficilissima. La Provincia doveva dare un segnale forte ed è stato fatto. Questo darà possibilità della continuità del servizio fino a fine novembre".

"Siamo stati tutto il giorno in contatto con il Presidente al quale abbiamo mandato il provvedimento uscito dall'incontro di oggi pomeriggio. Importante sentire tutti i consiglieri che tutti d'accordo hanno dato l'ok" - ha aggiunto la consigliere provinciale con delega ai trasporti, Marina Avegno.

"Un risultato importante che ci consente di andare avanti con serenità, commenta Giovanni Barbagallo, presidente di Riviera Trasporti - Traguarderemo il 24 novembre quando ci sarà il dibattimento e speriamo con una sentenza che ci consentirà di avere una risposta definitiva. Appena arriveranno  i fondi pagheremo acconto di novembre e saldo a fine mese di novembre, anticipando i tempi di questo mese. Cercheremo di fare il possibile per avere un andamento regolare". 

"C'era questa spada di Damocle degli stipendi non pagati ma c'era la volontà di fare tutto quello che si poteva fare da parte della proprietà e del comune di Sanremo, puntualizza il prefetto Armando Nanei. C'è stata una condivisione di intenti che ha portato  a questo risultato. Inizio di un percorso per la risoluzione di queste problematiche per arrivare a un risultato che accontenti lavoratori e utenza". 

"Per noi è un buon risultato, ci pagheranno gli stipendi di novembre. La provincia di pagherà la fattura di esercizio, ha concluso Marco Ghersi, rappresentante della Cisl a nome anche delle altri sindacalisti intervenuti nel confronto odierno ossia Fabrizio Ioanna della Cgil, Enrico Parodi della UIL e Bruno Zumbo della Faisa Cisal. Lo stipendio di novembre verrà erogato in due tranche, una subito per dare respiro ai lavoratori e la seconda al 27 come dovuto. Per quanto riguarda le altre cifre dobbiamo aspettare la decisione del giudice quindi è tutto bloccato. Stamattina non era scontato questo risultato è stato un lungo lavoro con l'impegno di tutti. Ora abbiamo bisogno tutti di un po' di normalità".

Stefano Michero-Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium